[BDC] Quattro salite ed una sfida da troppo rimandata!

Era da tempo - forse troppo - che avevo per la mente un giro in bici da corsa e continuavo a rimandarlo per paura della difficoltà: BASTA! Con la "sola intenzione" di portarlo a termine oggi l'ho  affrontato e devo dire che l'esperienza è stata veramente unica!
... lunga ed impegnativa giornata in bici da corsa ... 4 salite principali ... altre di contorno ... un dislivello finale mai visto e provato ... paesaggi da togliere il fiato che ripagano le salite ... ora sono stanco ed affamato ... ma veramente soddisfatto ... l allenamento di oggi per me significa moltissimo sia in termini di preparazione che personali. 
Questo è stato il mio primo pensiero una volta arrivato alla macchina e più ci penso più mi convinco che oggi era il giorno giusto per provare. Prese singolarmente le salite non sono impegnative, messe insieme e a coppie rendono il giro interessante. Prese tutte e quattro assieme rendono unico il giro. Di queste era solo una l'incognita che avevo affrontato una sola volta non piacendomi.  Nell'ordine le salite  sono state:

  1. Colle Gallo da Casazza
  2. Selvino da Nembro
  3. Passo di Zambla da Ponte Nossa
  4. Selvino da Agua



Il Colle Gallo ed il Selvino le ho affrontate in piena tranquillità facendomi superare da chiunque sapendo bene che il conto mi sarebbe arrivato durante l'ascesa al passo di Zambla.  Personalmente è la seconda volta che affronto il Selvino da Nembro e continua a non piacermi. Non so perché, ma proprio non riesco a trovarla stimolante ed avvincente come salita. La discesa per la via "Aviatico > Orezzo > Cazzaniga " è stata abbastanza da panico per via della strada, ma dopo essermi rodato nell'oltre po' pavese questa è quasi un gioco da ragazzi. Intanto la mente stava andando alla salita dopo! 

La salita di Zambla l'ho sofferta ed anche tanto. Non ho MAI pensato di mollare perché è in assoluto la mia preferita come salita. Non capivo se oggi fosse più ardua del solita ed il motivo. I chilometri sul Garmin non volevano proseguire e questo ha cominciato mentalmente a pesare. Guardavo il dislivello salire inesorabilmente e stando ad una stima approssimativa attendevo il novantesimo chilometro per avvicinarmi alla cima. 

Fortuna il paesaggio mi ha distratto ed ho cominciato a pensare riducendo la sofferenza. Sapevo che una volta arrivato in cima la "giornata" era ancora lunga e così ho evitato di spingere per "abbreviare" il tempo. Tra le altre cose, guardando a casa i tempi di salita, non sono nemmeno andato male sul passo di Zambla.  

Bellissima la discesa sino a Serina per recuperare ed il mezza costa sali e scendi ha ricordato alle gambe che la pacchia non era per nulla finita. Finalmente la discesa verso Agua (passando per Ascensione) riprende e si riesce a recuperare il più possibile. 

Una volta arrivati alla base della salita ci sono una decina di chilometri per arrivare al Selvino. Salita che conosco bene e da non sottovalutare: inizio tranquillo/facile ma poi il conto lo presenta nella parte centrale/finale! Anche questa sembra lunga e forse lo è davvero. Ormai il dislivello accumulato è veramente alto e si comincia a sentire senza mezzi termini. Tengo d'occhio la quota sul display e le case di Selvino. Si avvicinano sempre di più. Finalmente il cartello "SELVINO" ed in una discesa gestita bene sono arrivato in valle in tutta tranquillità (salvo un momento di puro panico arrivando lungo in curva) per chiudere questa emozionante e lunga giornata!


Alla prossima :)