[Running] StraTrieste by Night 2013

In attesa di trovare il tempo di raccontare l'esperienza di Klagenfurt rompo il silenzio raccontando l'ultima avventura vissuta lo scorso sabato notte mentre mi trovavo a Trieste in versione pseudo-turista.

Idea del piffero volere provare una dieci chilometri cittadina. Idea ancora più del piffero non avere guardato prima il percorso per scoprire all'ultimo che era una gara multi-lap. Non è la mia distanza, non c'è nulla da fare ed onestamente non ho idea di come affrontare la gara. Già in una mezza sono in seria difficoltà, ma qua lo spavento è la paura di non farcela sono veramente alte.

Le "scommesse" dei miei amici mi danno tra un 35 ed un 38 minuti ed onestamente fatico a crederci. La mia stima è attorno ad un 42-45 minuti anche visto il grande caldo di sabato.  Il momento del via si avvicina e già dal riscaldamento capisco che non è giornata. Le gambe vanno, ma il caldo crea un problema al fisico e fatico troppo.

Il primo giro mi porta a capire che non c'è speranza di fare un crono decente per una distanza simile. Farò il primo giro quasi col testone giù seguendo gli altri e cerco di non pensare che dovrò rifarlo altre due volte. Più si avvicina la fine del giro più capisco che non sarà sub-40 nemmeno a pagare oro. La magra consolazione è che riesco a mantenere una posizione più o meno stabile.

Finisce il primo giro e mi trovo subito il ristoro. Bevo al volo. Troppo caldo per essere le 22 di sera. Non riesco nemmeno a sentire l'acqua e la gola si secca di più ad ogni respiro. Arrivo al cartello "5" ed il mio unico pensiero è stato: 'nculo, arrivo a fine giro e mi ritiro ... col ca##o che faccio il terzo!  Perdevo troppo e faticavo a spingere. Non è un ritmo da 10k questo. Arriva la fine giro e la sola motivazione per cui ho proseguito era l'acqua. Fosse stata prima mi sarei fermato davvero.

Terzo giro? ho santificato ad ogni metro per finirla. Ora non potevo più mollare. In certi momenti tentavo di spingere, ma poi mi passava la poesia e mi rilassavo. Verso il finale mi è venuta addosso una disperazione e lì ho cominciato ad aumentare: volevo finire questa dannata agonia!

Taglio il traguardo e la prima cosa che faccio è premere STOP al garmin, resetto e spengo senza vedere. Gara fatta malissimo e credevo di morire ad ogni istante. Al ristoro mi darò all'assalto delle fette d'anguria e dell'acqua.  Scoprirò solo più tardi che ho portato a casa la gara con un "40:40" (40:35 di real time) che per un 10k è quasi passabile. Scoprire poi che si trattava di 9.6Km mi ha depresso ancora di più. La sola nota positiva sono state le mie fedelissime "Asics Excel" che hanno fatto un lavoro egregio nonostante i loro 500km già mangiati di asfalto lavorando come se fossero nuove.
... la prossima volta che mi viene la brillante idea di provare un dieci mila mi iscrivo ad un ironman che è decisamente più semplice e rilassante! Usando le parole dell'amica Margherita ho l acido lattico persino nella lingua ed altrove ... per un risultato che nemmeno mi soddisfa ... resta il fatto che Trieste è proprio una bella città!!!
Del week-end appena passato non ricorderò la gara, ma ricorderò tutti gli altri bellissimi momenti trascorsa in compagnia di ottimi amici :)

Ecco la traccia di gara coi parziali:


Etichette: , ,