Klagenfurt 2012 - Il sogno diventa reale [flash]

Mentre i piedi sono sulla sabbia ed i miei occhi fissano le tre boe davanti a me nella mia mente regnava un solo pensiero: purtroppo so bene perchè sono qua oggi! Il tempo passava ed io restavo rilassato senza pensare alle 140.6 miglia davanti a me. Pensavo solo al perchè le avrei fatte oggi. Ascolto l'inno austriaco e poco dopo il colpo di cannone. La mia gara partirà poco dopo in quanto ho voluto lasciare andare via il grosso dalla spiaggia prima di buttarmi nella mischia.

Non è stata una gara facile e lo ammetto. Non è stata la distanza a mettermi in difficoltà. Oltre ai 226km mi sarei trovato davanti un avversario degno di nota: CARONTE! Il caldo che ha dominato sovrano lo scorso weekend ha reso il tutto molto più arduo.

Ha provato a fermarmi in ogni modo. Prima facendo vietare la muta per poi farmi bollire in acqua dal caldo. In bici il caldo non ha mollato un secondo e si sentiva sempre di più. Durante la "distanza Regina" (=Maratona) veniva percepito in maniera superiore. Caronte, una cosa te la voglio dire dal cuore: ti sei messo di impegno ed hai fatto anche un ottimo lavoro, ma non hai considerato quanto sono testardo e quanto fossi motivato domenica. La tua ultima carta l'hai provata a giocare in Maratona, ma non sei riuscito a fermarmi ed io al traguardo ci sono arrivato.

Credo di non trovare parole migliori di quelle dell'amica Sofia per descrivere il mio arrivo ...

"Ti ho visto!!! Hai tolto il cappellino x farti dare la medaglia e poi hai portato le mani sul viso..." 
 ... ed io aggiungo ...
 " ... e con le mani al viso e la medaglia al collo sono scoppiato a piangere come non mai. Col volto pieno di lacrime dall'emozione, dai ricordi e dall nostalgia guardo la medaglia ed il mio cuore dice : nonnino, questa è per te!

... e con un mix di lacrime e sudore sul volto mi dirigo verso la rete per vedermi con Emanuele che mi ha supportato e tifato per tutta la gara. L'avevo visto pochi attimi prima di tagliare il traguardo e mi ero fermato a dargli un cinque per ringraziarlo di tutto.

Etichette: , , ,