[K2012] W08D7: BDC

La settimana di recupero non si poteva chiudere in modo migliore sia dal punto di vista delle soddisfazioni che dal punto di vista delle emozioni.
[...] K2012 - Destination #Ironman-Austria 126 days until Klage 140.6 #Swim: 67.25Km #Bike: 568.12Km #Running: 326.19Km [Total: 961.56Km] [...]
Dopo quasi 500km di fondo in pianura e lo scorrere delle settimane è  giunto il momento di affrontare qualche salita perchè è veramente tanto che non mi cimento più con loro visto che l'obbiettivo dello scorso anno (Galway 70.3) era piatto e quindi ho lavorato su percorsi analoghi.

Il giro che ho fatto è stato il seguente:
Nembro - Colle Pasta - Trescore Balneario - Monasterolo - Endine Gaiano - Ranzanico - Valle Rossa - Cene - Albino - Nembro
e potete vederlo per intero su Garmin Connect.

Dopo avere avuto qualche problema di orientamento nelle vie che non conoscevo ho trovato la prima indicazione utile ed è subito cominciata la salita. Posso dire che a "Pronti - partenza - via" credevo di soffrila di più, ma non è stato subito amore. Non parliamo poi della prima discesa che mi ha fatto sacramentare in quanto non avevo rispolverato il manuale del discesista.

Finita la discesa sapevo di dovere affrontare un lungo falso piano prima di prendere la seconda salita. Peccato che una teoria last-second mi abbia fatto cambiare idea ed ho deciso di allungare facendo un giro quasi completo del lago d'endine e sono veramente contento di averlo rivisto (ghiacciato) perchè è sempre bellissimo.

Ora affrontiamo la tematica della salita di ritorno. Non doveva essere quella, ma il piattume doveva proseguire ancora qualche chilometro e poi prenderne una più soft. Un flash-back dal passato è tornato alla mia mente e senza che lo esternassi la bici da corsa ha girato per cominciare una salita che nel passato mi aveva messo in difficoltà a fine di un allenamento.

Sono partito tranquillo perchè non sapevo quanto le mie gambe fossero disposte a divertirsi  per bene. Ho trovato il ritmo dopo nemmeno un chilometro ed ho incrementato la velocità scalando il rapporto. L'emozione, del tutto inaspettata, è stata riuscire a superare diverse persone in salita. Il conto mi è stato servito indietro quando "TRE gruppi" mi hanno superato come se fossero in piena pianura. Al primo gruppo ho cercato di attaccarmi, ma quando hanno capito che ero dietro si sono messi a cambiarsi e non ho più tenuto il loro passo.

La cima arriva e nemmeno mi sono accorto di fare tutta la salita. Non è male vero? La scena epica è stata poco prima dell'arrivo il vedere scendere un gruppo di ragazzi ed uno cantava "The Bird Is the Word" e con suo stupore mi sono messo a cantarla anche io. Evidentemente avevo ancora fiato da vendere. La prossima volta lo sfrutterò in salita.

Ora arriva il momento più critico: la discesa! Inaspettatamente ho trovato il supporto totale da parte del Noah. La discesa si è consumata in pochissimi minuti. Ho capito che nelle discese lunghe e veloci non esiste una definizione per dire quello che riesce a fare. E' strepitosa ed armoniosa in pace con se stessa e col mondo. Riesce a controllare l'asfalto e darti un senso di sicurezza niente male.

Una volta finita la discesa sono tornato alla macchina tutto contento dell'allenamento soprattutto per il fatto che non ero stanco nonostante i "cavalcavia prolungati" di oggi. E bravo Andrea ... l'allenamento comincia a dare i suoi frutti!

E con questa settimana si chiude al "Fase 2 di 7" di K2012 ed ecco la situazione generale degli allenamenti fatti sino ad ora:

Buona serata ... ora spengo tutto e vado in fase relax :)

Etichette: , ,