[Triathlon] Sprint Nibbiano - Hakuna Matata W10D6

Non mi chiedete per quale masochistica ragione ho deciso di sacrificare il lungo di corsa della settimana per un Triathlon Sprint, ma è proprio quello che è successo oggi.

Già ieri sera quando dovevo fare la borsa la voglia era scesa al minimo storico. Questa mattina quando la sveglia è suonata vi lascio immaginare i miei pensieri profondi! Un esempio?
[...] ‎... Destinazione Val Tidone ma senza un minimo di voglia: io odio gli sprint! Uff, dovrebbero vietarmi l iscrizione cosi vivrei meglio! ... [...]
Ed ora veniamo ad una sintesi della giornata perché ho voglia di rilassarmi e preparare il tutto per il "lungo" in bici di domani mattina!

Nuoto: Non ho fatto a tempo a posizionarmi bene in "griglia" che è stato dato lo sparo. Subito mi accorgo di avere al mio fianco il buon Ibiza130 e per essere la sua prima in acqua libere ha un buon ritmo. Lo tengo per metà strada verso la prima boa. Viaggia troppo per i miei gusti, lasciamolo andare! Durante la frazione di nuoto ho notato che tutti gli allenamenti in piscina stanno dando i loro frutti perchè la fatica è stata minima per tutta la frazione.

Ci sono poche cose nel nuoto che odio veramente tanto e tra questa sapete cosa c'è? Chi arriva al giro di boa a stile libero in mezzo al gruppo e di punto in bianco passa alla modalità rana.

Siccome lo scorso anno ([Triathlon] Recetto Sprint - Nuoto + T1) sono stato colpito da uno di questi ho imparato a difendermi. Appena arrivato sotto ho attivato la modalità difesa ed alla sua prima gambata gli ho preso la caviglia. Siccome poi ha voluto continuare tranquillamente oltre  a prendergli nuovamente la caviglia l'ho tenuta qualche secondo ferma giusto il tempo che l'altro braccio tornasse davanti. Dopo averla lasciata sono ripartito in tutta tranquillità.

Raggiunta l'ultima boa è stata veramente una pacchia perchè ero alla fine. Ho pensato ai miei amici ed in particolare ad Ibiza130 che prima della gara era rimasto con un bellissimo "oooovaccccaa" quando ha quantificato i 750 in linea retta e non in piscina. Interessante vero? :)

T1: Uscito dall'acqua ho avuto difficoltà ad afferrare il nodo della muta e toglierla. Ho perso un sacco di tempo e questo mi ha creato un ritardo. Per dirla tutta sarei voluto uscire dal nuoto sotto i 13:30 ma essendo il controllo dopo che ho perso tempo non so esattamente quanto abbia impiegato. Mentre stavo sistemandomi per la bici sento Francesco-Steel che mi dice che è stufo di aspettarmi e parte in bici. Nel frattempo un "simpatico ragazzo" urta la mia caviglia sinistra col suo pedale. Nonostante le sue scuse non ho per nulla avuto buoni pensieri. Un saluto con Attilio e si parte con Sally.

Bici: Appena partiti il percorso si rende "interessante & piacevole" con una salita di 3km senza tregua. Era la prima salita vera dell'anno e dovevo sperare che il fondo fatto in pianura mi aiutasse. Alla fine non è andata poi così male la salita. Ammetto di essere "saltato emotivamente" scoppiando a piangere due volte e lì ha cominciato ad andare a farsi benedire la razionalità. Fortuna che in discesa dovevo prestare attenzione e riuscivo a concentrarmi un attimo.

Finito il primo giro sono stato lanciato nel secondo da un caloroso applauso da parte del pubblico. Onestamente non so se è stato meglio il primo giro o il secondo. Nel primo il fattore ignoto era presente. Nel secondo invece sapevo già cosa mi aspettava.  Sarà forse per questo che non amo i percorsi con più giri?

Fondamentalmente il dubbio di base era il seguente: riuscirò a correre bene considerando il dislivello oppure nulla? Avevo solo un modo per scoprirlo. Quale? Aspettare la T2 e cominciare a correre!

Durante l'ultimo chilometro ho visto una massa di runner venire verso di me. Non vedevo l'ora di cominciare a correre e scoprire la risposta al mio dubbio. Tra questi runner diversi amici e devo dire tutti in grande forma!

T2: Scendo dalla bici al millimetro per la "umount line" perchè ritardo a sganciarmi una scarpa. Una volta dentro arrivo subito alla mia posizione e cominciano le comiche. Metto le mie amate "A2 - Saucony Kinvara 2"e mi finisce una stringa sotto. Sfilala, fai due nodi e parti senza pensare.

Running: Una volta fuori vedo il ristoro e rallento per bere. Nonostante i sali sentivo il bisogno di mandare giù acqua pura! Comincio a vedere alla spicciolata diversi amici e tra questi il buon Ibiza130. Quanto c@##o mi ha dato in acqua??? Ok che non ho fatto la frazione in bici "tirandola" perchè ora le gare sono allenamenti, ma il ragazzo è andato alla grande!

Incrocio "Emanuele ed Attilio" che stanno finendo il percorso ciclistico e ci salutiamo. Arriva il primo giro di boa e poco dopo recupero Ibiza e ci salutiamo. Davanti a lui un ragazzo e per superarlo per poco non ci ribaltiamo perchè sono rientrato troppo presto o lui ha allungato il passo. Mentre concludo il primo giro vedo Emanuele che parte col suo. Speravo in un suo ritardo per incrociarsi e correre assieme, ma è giusto così.

Purtroppo perdo il bicchiere del ristoro e detto terra terra: sono c@##i miei ora! Riprendo il mio passo e comincio a gestirmi. Il percorso era asfaltato, ma non piano. Un continuo su e giù che metteva le gambe in condizioni di stress continuo. Ogni volta che faccio un multi-lap mi scordo di prendere punti di riferimento e devo dire che ero in difficoltà per capire quando esplodere. Arriva il giro di boa e provo ad allungare. Sento la caviglia ( ... dalla T1 ...) non reattiva come dovrebbe e così tengo il passo. Ignoravo quanto fosse, ma mi piaceva ed era a sensazione. Vedo Ibiza130 che mi urla di andare a tutta e gli dico che non ne ho. Mi dice di andare lo stesso, ma il mio problema non erano le gambe. Il problema era che non avevo la testa. Sento la voce di Marco Novelli (speaker) e capisco di essere vicino alla fine. Ultimo sforzo (a sensazione) e chiudo la gara!

T3: Al ristoro incontro un sacco di amici della Steel-T e siccome non ci vediamo da un anno mi fermo a fare una bella chiacchierata. Ragazzi ... IN BOCCA AL LUPO DI CUORE PER NIZZA!!! 
[...] ‎... Triathlon Sprint Nibbiano concluso! Forse la frazione migliore è stata il nuoto. In bici ho pianto due volte ed in corsa solo gambe! La parte più bella è stata ritrovarsi con amici e sostenersi ai giri di boa anche se i body sono diversi perché l amicizia non vede la differenza! ... [...]
Ma volete sapere la parte comica della giornata? Ci siamo fermati in un autogrill a caso durante il viaggio di ritorno e chi incontro? FrancaRun che è entrata proprio assieme a noi! Era da almeno un paio di anni che non la vedevo e guarda le causalità della vita :)

Etichette: , , , , , ,