[Duathlon] Pernate Sprint - Hakuna Matata - Giorno 7

Le premesse per oggi erano veramente pessime e la tentazione di restare a casa era molto forte. Tutto è cominciato ieri sera quando ho avuto una serie di "sedute non solide" molto abbondanti. Questa mattina appena alzato sembrava tutto risolto. Passano pochi minuti e la situazione si ripresenta in maniera peggiore. L'idea di mandare un sms ad Emanuele per dire "Vai da solo, non sto bene"  si è fatta viva, ma ho preferito dirmi "Vai e nel caso ti ritiri ... almeno ci hai provato!" ed alla fine sono andato. Anche poco prima di uscire sono dovuto tornare indietro. Vi dico solo che sono arrivato in ritardo all'appuntamento e chi mi conosce sa che arrivo sempre in anticipo. Una volta arrivati a Pernate la situazione non è migliorata nonostante l'imodium preso a casa. In aggiunta ho sentito nelle gambe l'allenamento di ieri e facevo veramente fatica persino a fare dello stretching nell'attesa della gara. Mi sono distratto grazie alla compagnia del gruppo TRI-Road presente oggi e la partenza si è avvicinata.

Run: I primi 5km sono stati veramente sofferti. Non era tanto per la questione gambe post corsa in montagna. Sentivo gli effetti dei problemi delle ultime 24 ore. Con una quasi regolarità ho chiuso con un 4.17/km abbastanza accettabile. Ho deciso di affidarmi esclusivamente alle sensazioni durante questa gara e soprattutto di non tirarmi il collo. Un *grosso errore* è stato perdere lo spugnaggio dopo il giro di boa. Troppa gente e non sono riuscito ad afferrare la spugna. Fortuna il cappellino era ancora umido e quindi mi ha ridotto la sofferenza del caldo. Il ritorno è stato tranquillo ed ho anche rallentato in vista della T1 perchè ho capito che oggi non mi sarei dovuto per nulla tirarmi il collo.

[...] Emanuele mi aveva detto di volere partire e gli avevo detto subito di non girarsi ad aspettarmi. Vedevo il suo berettino  allontanarsi, ma viste le mie condizioni non era per nulla sensato andarlo a prendere [...]

T1: Arrivo subito da Sally, metto casco & scarpe e mi lancio fuori. Il mio obiettivo primario era di bere i sali che avevo in borraccia e solo in seguito pedalare. Vedo Emanuele già in T1 quando sono arrivato. Lo abbandono subito perchè parto senza pensarci due volte.

Bike: Appena salito bevo i sali e poi punto la ruota davanti a me con la speranza di tenerla. Mollo subito ed i primi 3km li passo entrando ed uscendo da gruppo. Vedo un gruppo davanti a me e capisco di poterlo prendere. L'impresa non è facile visto il vento, ma non è impossibile. Finalmente sono dentro ed il ritmo si è alzato. Essendo in scia la fatica è minima, ma la resa è nettamente più alta. Ho dovuto stringere i denti e tanto su un cavalcavia per non perderli, ma alla fine è stata ripagata. Il gruppo si è rotto al 17°km per colpa di una macchina che ha obbligato il cambio di piega e ci siamo separati. Siamo rimasti in tre e questo rendeva il tutto più difficile. Io resto dietro in modalità timido scroccone. Non sto bene, se questi partono sono in crisi. Se riesco a stare con loro forse mi salvo. All'improvviso capisco "cambio" e mi giustifico che non sto bene provando lo stesso ad uscire. Mi ripete ed è "crampo" e mi spiega che aveva perso la borraccia all'inizio del giro. E' vero, ho visto la scena. Prendo la mia borraccia e la passo al ragazzo: tieni, sono sali ... bevi! Rallentiamo un attimo e poi mi rende la borraccia. Bevo anche io e poi ripartiamo verso Pernate. Ormai ci siamo, ultimo tratto ed è ora di scendere dalla bici. Questa volta decido di lasciare le scarpe attaccate per risparmiare secondi una volta in T2.

[...] Mentre ero in bici ho "staccato" qualche secondo pensando al 70.3 di Galway ed anche all'IronMan che prima o poi (=2012???) metterò sul mio cammino. Con ottime probabilità ci sarà vento e sarà un no draft ... molto bene ... oggi sono solo 20km e per fortuna la scia è ammessa vista la situazione vento. La conclusione finale del pensiero la scoprirete a fine post. E non scendete subito, un attimo di calma e finite di leggere tutto [...] 

T2: Mentre correvo a posizionare la bici mi chiedevo cosa potevo fare nella seconda frazione di corsa. Non sono abituato ad una velocità decisa in bici da corsa e sono stato sopra i 40km/h diverse volte oggi. Ed io speriamo che me la cavo!

Run: Uscendo dalla T2 ho capito di non avere premuto LAP sul Garmin. Avevo premuto stop e quindi non avevo il tempo reale dela frazione col passo specifico. In pratica "Bike + Run" sarà tutto assieme e la T2 sarà assente. Tanto avevo deciso di andare a sensazioni e quindi chisse! Parto abbastanza bene sentendo il caldo iniziale. Quando comincio a vedere persone davanti mi sblocco ed allungo senza pensieri. Alla fine il conoscere il percorso dallo scorso anno mi è stato utile. Il caldo era "meno pesante" sapendo realmente cosa mi mancava. Anche se ero a solo 500m dalla fine ho preso il mio cappellino e l ho immerso nella vaschetta d'acqua. Il neurone chiedeva un attimo di relax. Ultimi metri e decido di allungare. E nel giro di pochi secondi trovo davanti a me lo striscione ARRIVO!

Fermo il cronometro e vedo 1h08m e dei secondi ... ignoro quanto sia stata lunga la T2, ma di certo non è stata lunga 3 minuti ... quindi ... PERSONALE SULLA DISTANZA DUATHLON SPRINT!!! Il personale era di "1.12.04 fatto lo scorso anno sempre a Recetto. Non sono da gare veloci e brevi, ma questa mi piace tanto perchè organizzata e gestita veramente bene!

La vera emozione è stata attenere all'arrivo gli altri Road e gli amici in gara per complimentarsi e salutarsi con loro. Un breve spuntino ed un saluto prima della partenza nonostante la compagnia fosse ottima. Sarà per la prossima ragazzi!

Per chi non mi ha tra gli amici di FaceBook i messaggi della giornata sono stati molto interessanti e simpatici:



Da SDAM i tempi sono:
Corsa: 0:21:52.85 
Bici: 0:36:22.75 
Corsa: 0:10:43.60 
Totale: 1:8.59
Nei tempi corsa sono comprese anche  T1 & T2 se non ricordo male

Etichette: , , , , ,