[Running] A cosa serve il pacer?

Nella mia "ignoranza" mi sono sempre illuso che il pacer abbia lo scopo di portare le persone dalla partenza all'arrivo in maniera regolare. Non ho mai seguito i pacer facendomi sempre i tempi da solo. Ieri a Treviso ho deciso di provare ad avvicinare il muro delle 3h e mi sono affidato a loro.

Il passo per le 3h è di 4.15/km e su questo credo che siamo tutti in sintonia. Perchè i due pacer delle 3h viaggiavano a 4-4.05/km? Soprattutto perchè i due pacer si sono separati ed uno è parito a tutta? Il passo di  4-4.05/km è stato preso dal "pacer lento" quindi non oso immaginare l'altro.

Ho avuto la fortuna di fare due volte da lepre. Non era nulla di ufficiale. Era un favore ad un mio amico. Io mi allenavo e lui andava in personale in mezza ed in Maratona. Ho fatto tutta la distanza a passo costante. L'allungo finale è stato fatto, ma era la fine.

Mi chiedo una cosa da ieri sera: Credo che nessuno ti obbliga a fare il pacer. Dico bene? Prendi un impegno ed una responsabilità enorme nei confronti di runner che hanno dei sogni e si fidano di te. Perchè devi correre ad un passo che non è quello corretto? Vuoi fare il tempo in Maratona? NON FARE IL PACER!!!

Ieri ho tagliato la mezza sotto 1h30m di qualche secondo. In linea coi tempi direte voi. Nel mio campo visivo non avevo più i palloncini gialli. Dove erano finiti? Il fatto è che dopo avere mollato le lepri (17km) mi sono fermato per motivi di vescia ed a bere con calma al ristoro del 20°km. Ho trovato moltissime "vittime" dei palloncini delle 3h lungo il percorso. Tutto sommato io mi sono "salvato" chiudendo in 3h14m quando il mio sogno era diverso. E le lepri? A quanto sono arrivate? Avranno rallentato prima o poi?

I miei complimenti invece vanno alle lepri delle 3h15m perchè mi sono messo al loro fianco per diversi chilometri e grazie ad una regolarità spaventosa sono riusciti a darmi un passo per arrivare bene alla fine. GRAZIE RAGAZZI!!!


So bene che ogni lepre e diversa. La mia non vuole essere una critica estesa a tutti i pacer che ringrazio di cuore per il servizio che svolgono. La mia è solo una "critica-riflessione" per chi svolge il pacer e non segue il passo regolare o viaggia ad un ritmo più intenso rispetto a quello stimato.

[questo articolo è stato mandato da parte mia per mail a Podisti.net ed alla Treviso Marathon sperando che le esperienza possa servire per il futuro]

Etichette: , ,