[Running] Brescia: PB col crollo

La mezza maratona di Brescia è finalmente alle mie spalle. Ieri sera ero teso come non mai. Questa mattina la tensione era aumentata e più si avvicinava la partenza più cresceva. Dentro di me sapevo bene quale impresa volevo andare a compiere, ma non l'avevo dichiarata a nessuno. Un grazie al Road che mi ha tenuto compagnia in griglia e nella prima metà della gara.

Non ho molto da dire su oggi. Il passaggio al 10°km è stato 39 minuti dopo il via. Le gambe giravano perfettamente e non sentivo nemmeno la fatica. 
Al 12° mi faccio superare dal ragazzo che era nella mia scia e dopo avere controllato bene che non ci fosse nessuno dietro faccio il "pit-stop in corsa" della giornata. Con la vescica libera si corre molto meglio. 
Tutto è andato bene sino al 14°km (55 minuti) quando l'aumento dello sforzo per contrastare il vento mi ha debilitato mettendomi un senso di vomito intenso. 
Al 15° mi sono fermato per vomitare. E' uscito solo catarro e mi sono rimesso a correre rientrando nel gruppo davanti. Non ho più guardato il garmin ed ero veramente tentato di spegnerlo. Anche perchè con le vie strette era sfalsato e perdeva il segnale. Al 18° quasi tutto bene. 
Al 19° il senso di vomito ha ripreso ed ho dovuto mollare il gruppo. Sapevo che quei 2km da solo potevano essere molto più lunghi del previsto. Mi sono ripetuto il "zitto & nuota" ambientato nel mondo della corsa. 
Arriva il rettilineo che porta all'arrivo ed è in lieve salita. Sarà l'effetto gara o altro riesco a ripartire cercando di limitare il danno sul personale. L'arrivo è davanti a me e leggo "1h 26m" e dico "fermati lì, non scattare per favore!" e subito dopo il beep spengo il garmin senza nemmeno leggerlo. 
Mi abbraccio alla transenna e riprendo fiato chiedendomi se il senso di vomito fosse passato del tutto. Sembrava di si e mi dirigo verso il ristoro. Mi chiedono di restituire il chip e mentre provo a chinarmi per prenderlo mi devo fermare. Lo prenderà gentilmente il ragazzo e mi dirigo verso il ristoro. Dopo essermi bevuto del tea caldo tutto ritorna normale. Vado verso la zona borse, mi cambio e organizzo il ritorno verso casa. 
 Continuo a pensare alle parole del SAGGIO AMICO Batta che mi ripete di non correre esclusivamente per il tempo. E' vero che ero in mezza ed un po di "violenza" ci vuole, ma come posso dargli torto dopo oggi? Ho un personale nuovo che dista solo 16 secondi dal vecchio. Potevo farlo in tutta tranquillità ed invece per cercare IL TEMPONE ho fatto "solo" un PB. 
Quello che mi  ha dato più "soddisfazione" ammesso che si possa definire tale è che le gambe non sono nemmeno stanche e lo prendo come un segnale positivo per l'appuntamento della Treviso Marathon. Non ho sfruttato "per nulla" il potenziale che ho nelle gambe e questo mi dà ottimi segnali per il 2011 che ho in mente.
Per quanto riguarda la logistica delle gara è stata veramente ottima. Il percorso ben segnalato, molto divertente e soprattutto in sicurezza!

Certo che correre una mezza con le A2 è un mondo totalmente diverso e migliore! Teo, perchè non hai cominciato a rompere prima sulle A2? :-)

Sono rimasto sconvolto da Emanuele che mi ha mandato un sms di previsione finale (1h 26m 51s) e l'ha preso al secondo! Forse è il caso che cambia lavoro e vada a fare le previsioni delle schedine o del super enalotto ... no? :)

Voleta sapere cosa ho imparato dalla giornata di oggi? E' quello che ho scritto su Facebook mentre attendevo il treno del ritorno:

... sarà anche PB, ma oggi ho corso veramente male x le mie possibilità! Avrò deluso qualcuno? Non lo so, di certo sono deluso io :( ...

e sappiate che è proprio così!!!

Etichette: , , ,