[Running] Verona Marathon 2011: Test Superato!

Quando mi sono iscritto alla "Verona Marathon" sapevo bene che sarei andato lì per fare un allenamento lungo e non per correre una Maratona. Diverse strategie si sono presentate nella mia mente per capire come affrontarla. Ecco le soluzioni:
Alla fine ho scelto la terza opzione e devo dire che sono stato premiato.

Posso dire che è andata veramente bene ed ho chiuso con un 3h 25m (quasi 26m) tagliando la mezza in 1h37m ed il 30° in 2h 20m e poi ho scaricato per i 12° a seguire abbassando i battiti.

Non è stata facile come "impresa" perchè ho perso i passi lenti e quindi ho faticato, ma alla fine vedendo il grafico dei battiti a casa si vede proprio che nel finale vengono abbassati per bene. Per abbassarli a dovere ho inserito dei brevi tratti di camminata veloce perchè meno faticosi che cercare una corsa lenta.

Ho seguito il consiglio di un mio amico. Ho ignorato il crono inteso come passo. So i tempi della mezza e del 30° perchè li ho visti sui tabelloni e me li ricordo.

Personalmente credevo di fare qualcosa meno come tempo finale, ma la teoria non aveva considerato due fattori:

Ero un po preoccupato di reggere tutti  i 42 perchè da reggio avevo corso solo 20km (la domenica prima) come massimo favorendo il cross training ed i combinati. Risultato? Il primo segnale dalle gambe l ho ricevuto al 38° e secondo me era un segnale di "uff ... e muoviti" quindi sono ancora più soddisfatto. Gli amici che mi hanno visto durante il percorso hanno detto che mi hanno trovato bene e per nulla affaticato. Speriamo che sia un buon segnale in vista dell'anno agonistico.

Dal punto di vista delle scarpe corso usando le "Saucony Progrid Ride 2" e per loro è la seconda Maratona. Devo dire che più passa il tempo  più le adoro. Nonostante abbia corso a diversi ritmi il piede non si è accorto di nulla. La risposta della scarpa era ottima sia a ritmi tranquilli che più veloci.

Dal punto di vista mentale ho retto benissimo il tutto e mi sono anche divertito a godermi il panorama e la città. Il bello che l'amico ibiza130 da casa commentando sul mio profilo in facebook ha detto "1:37 alla mezza... stai guardando il panorama?"  e non ha proprio sbagliato!

Inutile negare che dopo l'esperienza negativa dello scorso anno essere arrivato bene e felice alla fine mi ha
portato a piangere come un bimbo (cosa che faccio alla fine di ogni maratona) anche per l'anno precedente.Uscito dall'arena mi trovo davanti l'arrivo ed ancora un breve tratto da correre. Alzo le braccia al cielo e come segno di rispetto per la Maratona abbasso lo sguardo a terra. Sotto l'arrivo alzo lo sguardo e passando sotto lo striscione d'arrivo esclamo: ED UNDICI! Tutto felice comincio a camminare verso l'uscita e mi ferma una bambina per mettermi la medaglia al collo. Inutile dire che ero ancora più felice!

Ho avuto dei "sensi di colpa" nei 2km finali vedendo gente che veramente aveva dato tutto per fare il tempo ed era in crisi o saltata ed io stavo passandoli allegramente senza la minima fatica. Lì si che mi è dispiaciuto.

La giornata, nel complesso, si è svolta veramente bene. Il viaggio (andata e ritorno) è stato piacevole in compagnia di amici. Durante la Maratona (e nel post) ho rivisto diversi amici ed amiche. Ho verificato il mio stato forma di inizio anno in un allenamento lungo. Che altro posso chiedere? :)

Manca un mese a Treviso e lì il percorso è veramente bello e veloce. Chissà cosa combinerò nel mentre :) Quello che mi rende più felice di tutto è che ieri durante e dopo ... MI SENTIVO VERAMENTE BENE E FELICE!!! Ho già in mente novità da introdurre negli allenamenti per migliorare ancora di più il tutto. Non mi resta che guardare avanti e divertirmi senza l'ossessione del cronometro, ho già dato lo scorso anno e NON voglio che succeda nuovamente!

Etichette: , , ,