[Duathlon] Pella: si riparte!

Era da veramente parecchio tempo che non mi "valutavo" in maniera seria e l'occasione perfetta è arrivata questa mattina.

Assieme al mio amico Emanuele ho partecipato al "Duathlon Sprint di Pella" e devo dire che ci siamo divertiti moltissimo. Per me non era una novità, ma per lui si e devo dire che ha esordito benissimo: GRANDE EMANUELE!!!


L'idea era di correrlo assieme tutto assieme ignorando il tempo e col solo scopo di divertirci. Durante il viaggio in macchina e nel pre gara gli ho dato (=ripassato) una serie di consigli per arrivare alla fine al meglio senza problemi.

L'attesa è lunga e le indicisioni sull'abbigliamento sono veramente tante. Per ingannare il tempo andiamo a fare un giro del percorso run camminando ed una pedalata tranquilla per vedere il percorso bike. L'attesa era terminata: zona cambio aperta ed ora si entra nel vivo.

Manca sempre meno alla partenza e si rivedono amici per dei saluti. Un breve briefing fatto da parte dello speaker e si parte ... BANG!!!

Corsa - Frazione 1: Lo spirito della giornata era di divertirci e quindi partiamo in fondo. Lasciamo andare e prendiamo a correre a sensazione. Il "dislivello"  si comincia a sentire. Dobbiamo ripetere quattro volte l'anello che comprende asfalto e sterrato. Il percorso sterrato è stato veramente bello e divertente. A confronto quello asfaltato è stato veramente noioso! I giri passano e "stranamente" veniamo anche doppiati e capiamo come corrono e gareggiano quelli veramente in gamba. Ridendo e scherzando è giunto il momento di entrare in T1.

T1: Avevo spiegato ad Emanuele di fissare un punto per trovare la bici ed infatti siamo arrivati bene. Mi cambio abbastanza velocemente e vedo che Emanuele non è ancora pronto. Mi fermo e lo aspetto per circa un minuto, ma questo non mi interessa. Corro con la bici in mano  ed appena dopo la "mount line" salgo in sella e comincio a pedalare.

Bici: Mi accorgo che Emanuele non mi è dietro perchè rimastro bloccato. Non potevo fermarmi perchè il passaggio era stretto ed avevo gente dietro.  A questo punto la "decisione difficile" di partire da solo si è fatta avanti e dopo parecchia indecisione mi sono lanciato. Sento che le gambe mandano segnali positivi e le sfrutto. Erano 4 giri di un percorso vallonato e dovevo stare attento perchè non avevo fatto nemmeno un cavalcavia in questo 2011. Il primo giro è andato via tranquillo e beato senza nessun problema. Ho sfruttato veramente tanto le prolunghe montate ieri nelle discese e nei tratti in piano. Devo dire che la posizione diversa si è sentita, ma la resa è stata esponenziale! Parto per il secondo giro e vengo passato da un bel gruppo. Ormai ero solo, questo non lo mollo. Dentro di me esplode qualcosa e reagisco entrando nella scia. Appena si prospetta la discesa mi metto giù bene sulle prolunghe e prendo velocità. Alla salita dopo il gruppo parte e resto solo con una ragazza. Le passo davanti e le offro la scia. Pedaleremo assieme sino a quasi alla fine. Il secondo giro, dal punto di vista delle sensazioni, è stato il migliore che ho fatto.  Anche il terzo non è stato male, ma ho capito che avrei dovuto  nel quarto giro per non patire troppo la frazione di corsa finale. I giri passano e vedo Emanuele ad ogni giro di boa. Un saluto e/o incitamento e si riabbassa la testa. Ridendo è scherzando è giunto il momento di rientrare. Dai che tra poco si corre.

T2: Il cambio è stato abbastanza veloce e rapido. So che non è il massimo e che qualche secondo avrei potuto limarlo senza difficoltà, ma va bene così!

Corsa - Frazione 2: Questa volta avevo solo due giri e devo dire che sono partito tranquillo al primo giro. Sapevo di avere spinto in bici ed avere fatto una bella seconda frazione e quando ho capito che non avrei sofferto la corsa ho cominciato a spingere. Nel tratto di sterrato sono rimasto bloccato nel tratto "ponticello - scaletta" ma non mi ha creato problemi. Avrò perso una decina di secondi e vista la giornata di divertimento è andata benissimo. Tornato su asfalto mi si sono sbloccate le gambe a pieno ed ho deciso di spingere (sempre a sensazione) in questo ultimo giro. Mi ritrovo a correre SOLO in mezzo alla natura e questa emozione è impagabile! Il giro era veramente bello per come lo stavo correndo. Peccato che arrivato tra il ponte la scaletta mi è venuto da starnutire e mi sono dovuto fermare un attimo per non andare ad uccidermi in quel pochi metri di sterrato impegnativi. Finito il tutto sono ripartito. Le gambe stavano benissimo e quando ho girato per andare verso l'arrivo mi è venuta la curiosità di vedere il passo. Stavo viaggiando tranquillo e senza pensieri a 3.44/km. Il problema è che sentivo le gambe leggere e così ho allungato un attimo.  Se volete ridere vi posso dire che a circa CINQUE METRI dall'arrivo mi stavo ammazzando perchè ho messo giù male un piede e stavo cadendo. Fortuna ho un buon equilibrio e mi sono trattenuto.

T3: Bevo subito un bicchiere d'acqua visto che NON erano presenti ristori sul percorso (scherziamo vero???) ed avevo veramente sete. Vedo arrivare Emanuele e mi dirigo da lui. Era felicissimo ed è scattato un abbraccio per la felicità! Forza ragazzo, ora sotto col nuoto!!! Dopo una bella mangiata recuperiamo la bici e le nostre cose per andare alla macchina.


Sintesi: Sinceramente dei numeri di oggi non mi interessa molto (=praticamente zero) però se a qualcuno interessano ecco lo schema con tutti i dettagli! Dopo esserci cambiati e tutto siamo tornati a casa felici di questa bellissima giornata di AMICIZIA, DIVERTIMENTO E POI SPORT!  Sforzi ampiamente ripagati da una torta buonissima (fatta dalla moglie di Emanuele) come merenda una volta tornati a casa! :)


Prima che mi dimentico ... dalla "regia" mi hanno detto di scrivere che se oggi ho gareggiato bene è perchè la carbonara di ieri a pranzo era veramente buona. Contenta? :)

E per chiudere i COMPLIMENTI vanno anche a "Teo & Isa" che oggi hanno dimostrato di essere veramente dei runner strepitosi!!! Forza ragazzi, la prossima volta voglio un passaggio ... ok? :)

Etichette: , , , , ,