[Nuoto] Chi ben comincia ha un nuovo personale!

Sono passate le due settimane di ferie dopo la Maratona di Reggio Emilia. Mi scuso coi lettori se ancora non ho scritto il "post esteso" però questa volta il motivo è semplicemente "egoistico" e vorrei tenerla dentro di me al momento. Per lo stesso motivo, in queste brevi ferie, mi sono assentato perchè non avevo molto da scrivere. Oggi però siamo ad 8 settimane dalla "Verona Marathon" (primo dei due lunghi per Treviso) e come anticipato questa volta correrò meno ed aumenterò il cross training.

La voglia di entrare in acqua era forte da venerdì pomeriggio quando con una nuova tabella trovata in rete sono arrivato in piscina e l'ho trovata chiusa: Delusione totale per non dire coglioni girati! Le feste di questi giorni contribuito a mettere stress dentro di me e così ieri la decisione: domani vado in piscina e tento una nuova distanza per dare il via a questa fase della preparazione! Ho cercato ed ho trovato delle tabelle che mi sono imparato a memoria. Oggi invece mi si è aperto un mondo quando ho trovato (per puro caso cercando altro) in un blog una tabella per la distanza che volevo fare. Era simpatica e così  l'ho provata subito:

Senza che fate i conti vi dico che ... NUOVO PERSONALE SULLA DISTANZA CON 4600M! Ed ora veniamo ai dettagli interessanti. Indicativamente posso dirvi poche cose, ma molto significative almeno per me. Per la cronaca, il precedente era 4000m fatto a settembre 2010!
  1. Ogni fine "serie principale" (=nuova riga elenco puntato) bevevo da una bottiglietta che mi ero portato preventivamente
  2. Attorno hai 2000m ho capito quanto serbatoio di restava ed ho capito che se volevo finire la tabella DOVEVO gestirmi benissimo le forze e quindi ho rallentato drasticamente!
  3. La serie che m ha portato dai 3500 ai 4000 è stata veramente critica ed anche il tempo complessivo della serie lo ha dimostrato. A 3600 ho cominciato a sentire la crisi di fame che "trascinavo" da tempo. Alla fine ho capito che dovevo andare avanti di testa e pensare ad altro
  4. Ai 3800 ho capito che arrivare in T1 è veramente una lunghissima nuotata ed i 180km sono veramente una pedalata come si deve che mette alla prova chiunque. Non ho pensato alla Maratona una volta usciti dalla T2 perchè è meglio non stancarsi troppo e subito!
  5. Le dieci serie da 50 sono state veramente "lunghe" perchè le ho fatte lente arrivando a tempi che non credevo possibili su questa distanza. Era prevedibile già dalla serie precedente da 500 e sinceramente come non ho avuto ambizioni di tempo sino a prima ho continuato a non averne. 
  6. Il defaticamento finale è stato spettacolare. Non ci credevo ... CON LA TESTA SI RIESCE A FARE QUASI TUTTO!
  7. Uscito dalla vasca mi sono stupido di me stesso. Non ho avuto crampi in acqua e non mi sentivo stanco. Mi sentivo affamato e la "merendina" abbondante una volta a casa non è bastata. Fortuna tra poco si cena!
  8. Parlando col bagnino a fine allenamento gli ho detto della distanza fatta e mostrato la tabella. Mi ha detto che non era per nulla male e così ero ancora più contento!
Non vi ho detto la "cosa" più importante. Sapete cosa ho capito ancora di più? CHE AMO LE DISTANZE LUNGHE PERCHE' SONO MOLTO MA MOLTO PIU' RILASSANTI!

Non ho scritto tempi o altro perchè personalmente ho capito che non voglio andare (almeno in questa fase di preparazione) andare ad ammazzarmi per un secondo come ho fatto questa estate. Non vale la pena. In allenamento mi cronometro, ma è solo un indice di confronto quando vorrò farlo. 

Etichette: , ,