[Running] Sensazioni e progressione

Nonostante fossi andato a letto quasi alla una ieri sera, questa mattina quando la sveglia è suonata alle 07:00 per andare a correre sono riuscito ad alzarmi dal letto quasi in tempo zero. Il programma era di correre 9.6km (6 Miles) a sensazione senza esagerare.

Quando sono partito non avevo stabilito nulla. Ignoravo dove sarei andato a correre ed in quanto tempo. Sapevo solo due cose:

Si parte in tranquillità e stranamente al primo incrocio riesco a ricordarmi di guardare nella direzione corretta e questa volta è stato determinante per proseguire nella corsa di oggi. Una volta preso il via le gambe hanno cominciato a correre per i fatti loro e le ho lasciare andare. La fascia del cardio ultimamente mi sta dando veramente fastidio perchè l'elastico ha ceduto e non è ben aderente ed ogni tanto (spesso) scivola giù. 

Sentivo le gambe sempre meglio di quello che mi aspettavo e non ho guardato a quanto andavo. Mi guardavo attorno e pensavo alle miei corse in terra Irlandese. Mentre ci pensavo mi prendeva un nodo in gola perchè il mio cuore e la mia testa sono lì e credo che resteranno lì per sempre sino a quando non tornerò a prenderli.

Ho subito un rallentamento significativo verso il "km 7" per colpa di un incrocio non trascurabile e relativa macchina in immissione. Senza pormi domande su tempo o altro sono ripartito per fare ancora un chilometro a sensazione. 

Finito quello è venuta la parte più difficile. Trovare a sensazione un passo di defaticamento per il tratto finale sino a casa. Direi che tutto è andato abbastanza per il meglio perchè ho impiegato poco a trovare un ritmo adatto per il tratto finale. Arrivato sotto casa ho solo guardato la distanza fatta per capire se ero giusto oppure no. Avevo "sforato" di 240m e così mi sono fermato.

In mattinata, dopo una serie di impegni, ho scaricato dal garmin l'allenamento e quando ho visto il grafico mi è venuto da ridere. Un bel progressivo quasi da manuale. Peccato solo essermi dovuto quasi fermare per evitare di finire sotto qualche macchina nella discesa. Che dire? Nulla è perfetto, quindi è andata bene così!

Ora vi saluto perchè preparo la borsa per la "Mezza Maratona di Cesano Boscone" alla quale prenderò parte domani mattina. Tranquilli, nulla di sconvolgente mi attenderà. Farò un rodaggio del passo da Maratona a seguito di quello che è successo a Dublino ([Running] Dublin Marathon 2010: dritto al cuore!) in modo da vedere sui 21km come reagisce ora il mio fisico. E poi, io ed Emanuele abbiamo una seconda mezza che ci aspetta per essere corsa assieme :)

Etichette: , ,