[Running] Era Glaciale

Con la corsa di questa mattina credo di avere dato il via alla stagione delle corse nell'era glaciale. La nevicata di ieri ha notevolmente contribuito ad abbassare la temperatura. Quando questa mattina mi sono svegliato ed ho guardato fuori dalla finestra ho capito di essere fortemente motivato per uscire a correre.

Appena ho messo il naso fuori di casa ho sentito le gambe diventare un blocco di ghiaccio. Le mani le ho sentite come bruciare dal freddo. Il mio solo pensiero era nel garmin. Chissà in quanto mi prende i satelliti, ho voglia di partire a scaldarmi.

I primi 3km sono stati veramente pesanti da gestire. Le mani diventavano sempre più fredde, le gambe sentivano il freddo esternamente  e non riuscivo  scaldarmi. Una volta cominciato a prendere calore tutto è diventato più semplice e divertente.

Della corsa di questa mattina sono due gli aspetti interessanti che posso raccontare:

Ma sapete quello che mi è piaciuto più di tutto cosa è stato? Vedere e vivere le strade deserte. Strade che sono state colorate di bianco dalla neve ed il timido sole dell'alba riempiva con delle sfumature a dire poco stupende. Inutile dire che chi non ama sfidare la sorte del freddo nella corsa del mattino presto non può capire. 

Ora, tornando a me, sono preoccupato per i 26km che avrei domani in programma. Il tempo è molto minaccioso e promette una nevicata che sembra cominciare ora. In teoria sarei già apposto con questo lungo perchè ho fatto sia la Milano-Pavia che Scandiano e quindi una sgambata breve dovrebbe bastarmi. Stiamo a vedere come andrà la nottata. Nel caso peggiore mi chiudo in piscina visto che questa settimana ho bigiato clamorosamente.

Dimenticavo ... l'era glaciale si può definire ufficialmente aperta!

Etichette: , ,