[Running] Adidas Response Cushion 19

La mia vita sportiva da runner in questo momento non è delle migliori. Se però ho ripreso a correre il merito è proprio delle "Adidas Response Cushion 19" (scarpa A3 - Neutra) perchè grazie alla sua tecnologia mi ha permesso di eliminare il problema sulla gamba e rendermi piacevole i momenti passati con lei. Ed è anche per questo motivo che ringrazio vivamente l'Adidas per avermi dato la fortuna di potere provare le "Adidas Response Cushion 19" e riportarvi la mia esperienza.

Potrei iniziare raccontandovi alcune caratteristiche interessanti di questa scarpa, ma non lo farò. Inizierò il "racconto" con la mia esperienza prima e dopo il loro incontro.

Le ultime corse erano veramente dolorose per me. Il piede sinistro non lavorava nel modo corretto e l'appoggio era sbagliato. Il tempo di appoggio era troppo elevato per i miei gusti, il colpo col terreno veniva  sentito e la rullata del piede era fatta male. Momenti veramente difficili nella vita di un Maratoneta, soprattutto quando manca poco più di un mese al prossimo appuntamento ed in calendario ci sono tutte le gare di test.

Un bel giorno mi arrivano le "Adidas Response Cushion 19" e decido di non usarle subito. Volete sapere  il perchè? Due giorni dopo partecipavo al "Clinic Adidas a Milano" e spiegavano proprio questa scarpa con possibilità di provarla. Durante il clinic ho indossato la scarpa e le sensazioni di comodità erano elevate. Il problema è che una scarpa da corsa non "deve essere comoda" quando siamo seduti. Non deve nemmeno "essere bella" perchè è colorata o perchè si intona ai nostri completi da corsa.  Finita la parte teorica ho conosciuto la scarpa in una corsa lenta di gruppo. Subito dopo ho fatto un allenamento assieme ad un ragazzo presente al clinic. Vi dico solo che quando ho visto un bellissimo 4.18/km di media finale non riuscivo a crederci. Ma se due giorni prima ho fatto una fatica esagerata a stare poco sotto i 5/km per il male, perchè oggi ho corso così bene e non ho sofferto?

La spiegazione è molto semplice ed è ciò che non vi ho voluto raccontare all'inizio. Per capire questa scarpa dobbiamo andare a vedere le sue caratteristiche:



Di queste caratteristiche, secondo voi quali sono le più importanti? Personalmente posso dire che le due più importanti per me sono quelle che ho evidenziato. Credo che sia corretto darvi delle motivazioni personali a questo punto.

Tutti sappiamo come funziona la corsa: prima appoggiamo il tallone, poi in maniera più o meno rapida il resto del piede sino a staccarlo da terra. Dico bene? Nulla di più semplice in teoria. Il problema è che da quasi un mese per me questo era solo un lontano ricordo piacevole. Se guardate bene la foto sembra che sotto il tallone ci sia un taglio. E' vero, il taglio esiste. Volete sapere come mai? Quando si appoggia il tallone quel taglio permette di scaricare l'impatto ed al nostro corpo NON arriva nulla. E' per questo che sono riuscito   a riprendere passi "veloci" o di "relax" in quanto la gamba infortunata non risente dell'impatto col terreno.

E riguardo all'altro punto? Volete sapere cosa penso del TORSION® SYSTEM  in tutta sincerità? Credo (=sono convinto) sia proprio grazie a questo sistema che il mio piede riesce ad appoggiare tutto per terra e sfruttare a pieno la spinta dell'adiPRENE®+ nell'avampiede. Posso capire che in questo momento vi sembrano solo parole scritte su un blog. E' proprio per questo che vi invito nuovamente ad andare ad un "Clinic Adidas"  e vedere coi vostri occhi la spiegazione ed i materiali di questa scarpa veramente straordinaria!


Ieri, durante l'ultimo lungo in tabella, ho usato proprio la  "Adidas Response Cushion 19" ed ho notato un fattore veramente assurdo e strano per una scarpa. Mentre correvo ho ripensato a quando l'ho conosciuta a 4.18/km oppure alla sua prima gara a 4.7/km e confrontavo le sensazioni con quelle che provavo nel corso del lungo.

Volete sapere cosa vi dico? Non ho trovato differenze. Lo so che è in teoria è assurdo, ma vi posso dire che il piede è protetto ed isolato dall'asfalto sia che viaggio a 4/km o che viaggio a 4.50/km e la spinta sull'avampiede è sempre sostenuta.

Per farmi credere, inserisco qua di fianco la sintesi degli allenamenti fatti con le   "Adidas Response Cushion 19" e ditemi se i passi medii sono quelli di uno che sta uscendo da un infortunio! Nella lista manca il 4.18 perchè erano scarpe fornite al clinic.

Per concludere vi posso solo dire che la scarpa è veramente ottima e per quanto mi riguarda ha SUPERATO A PIENI VOTI TUTTI I MIEI TEST CRITICI! Lo so che non è la "parola dell'esperto" però è la parola di un runner/triathleta che corre cinque volte a settimana e macina parecchia strada.

Volete sapere qualcosa in più? Al mio ritorno dalla "Dublin Marathon 2010" potrebbero esserci novità nel mio parco gomme ... e chissà ... sento puzza di "mescola Adidas" e ieri le ho anche inseguite, viste e provare ... BRUM ... IT'S LOVE!!! :)

Etichette: ,