[Running] Lo scarico che temi

Dopo ogni gara è giusto dare al proprio corpo un momento di scarico per fare riprendere i muscoli in vista del prossimo obiettivo.

Quando decido di fare una mezza maratona so benissimo quello che mi devo aspettare. Non parlo tanto della gara che finisce subito. Parlo delle gambe nei giorni a seguire.

Ieri non ho fatto nulla e le ho lasciate nel riposo più totale. Oggi invece è giunto il momento di portarle a spasso. Contrariamente alle mie abitudini sono andato a correre questa sera in modo da lasciare più tempo di recupero. Inoltre, durante la pausa pranzo, mi sono buttato in piscina per farle sciogliere un attimo. Lasciamo perdere come è andata in acqua e veniamo alla corsa.

Parto da casa e dopo un inizio sofferente capisco che un buon modo per sciogliere era prendere il proprio passo ed andare a sensazioni. Inutile dire che il passo sembrava sempre lento nonostante tutto perchè la strada risultava eterna.

Prendere il mio passo? In teoria è molto facile, ma con le gambe così non esce semplice. Un bel respiro profondo e poi mi concentro meglio.

Non so bene cosa mi sia venuto in mente in questo tratto, ma sfruttando i rettilinei ho fatto un "progressivo" sino a quando gli attraversamenti stradali che non potevo ignorare mi hanno costretto a rallentare.  Alla fine ho deciso di tornare ad un passo relax per non sforzare troppo.

Il momento di panico è stato al settimo chilometro. Mi trovavo proprio sotto case e le gambe erano affaticate. Ragazzo, non voglio storie ancora un chilometro e poi hai chiuso le "5 Miles Run" di oggi e potrai dormire a sonni tranquilli!

Devo dire che alla fine mi sono anche divertito, ma se penso alla corsa di domani mi viene meno da ridere. Fortuna ho solo "6 Miles Run" e poi la sera proverò ad andare in piscina a sciogliere il tutto.

Devo dire che in corsa mi sento sempre meglio anche se il polpaccio sinistro non è tornato al 100% attivo e funzionante. Però in corsa non rogna più di tanto e questo è bene!

Ora vi  lascio perchè vado a rilassarmi un attimo e poi credo che nel breve crollerò nel mondo dei sogni più profondi!

Etichette: , ,