[Running] La Sterro-Terapia

Ieri era il grande giorno dove dovevo provare i 16km e vedere come reagivano le mie gambe. Avevo paura ad allontanarmi troppo dal paese e la mattina quando è suonata la sveglia mi sono girato dall'altra parte. Durante il giorno l'idea geniale: "Dopo il lavoro andrò a correre sul canale sfruttando il fondo morbido dello sterrato!"  e devo dire che l'idea è stata veramente ottima!

Appena ho cominciato a correre ho sentito le gambe veramente bene e la mia intenzione era quella di ignorare il cronometro, corre a sensazione e vivere la natura che mi circonda.

Affronto il primo rettilineo tutto sterrato mantenendo un buon passo con fatica pari a zero. Era da tantissimo che non correvo in quel tratto di strada e devo dire che è cambiato moltissimo dall'ultima volta. Mi devo ricordare che lo sterrato non è piano come l'asfalto in quanto tendo a dimenticare di controllare le buche.

Tra uno sguardo alla natura ed il successivo non mi sono reso conto di avere già mangiato cinque chilometri. Mi ricordo che alla mia destra, prendendo la ciclabile che porta a Crema, è presente una fontanella e visto il caldo l'idea di andare a trovarla mi piace molto. Non so bene per quale istinto decido di restare sulla ciclabile ed andare sino alla fine a Crema.

Mentre correvo per i fatti miei in tutto relax mi sento avvicinare da un altro runner. Mi si affianca ed il primo pensiero è stato "Ecco il figo del villaggio vestito da capo a piede tutto firmato MarcaXYZ" e credo di non avere aggiunto altro anche per mancanza di tempo.

Arriva una strettoia e mi supera cercando di chiudermi. Lo lascio passare e nella mia mente "Ora vediamo quanto vale il figo del villaggio ... che l'ascia di guerra sia con me ... PRONTO A COMBATTERE!" e così mi sono portato prima a qualche passo da lui e poi quando lui ha provato a forzare il passo mi sono messo al suo fianco.

A quel punto ha provato ad aumentarlo e stringermi per non farmi passare. Probabilmente deve capire ancora molto ed io mi sono divertito a lasciarlo fare. Ora però è giunto il mio turno per divertirmi!

Mi affianco e lo guardo. Lui aveva il fiatone ed io ero fresco e rilassato. Forzo il passo e mi porto a 3.20/km e riesce a starmi dietro pochissimi metri.

Genero il vuoto e siccome so essere molto più stronzo del previsto rallento e mi faccio avvicinare. Avverto una bella stanchezza e così io riprendo il mio passo normale creando un bel vuoto alle mie spalle.

Arriva il mio giro di boa e avevo circa 400m di vantaggio. Cosa ho fatto? Semplicemente ho mostrato il mio bellissimo sorriso ed ho alzato la manina per salutarlo! Ero felice perchè non credevo di riuscire a fare esplodere le gambe così dal nulla soprattutto in questo momento dove dovrei stare buono e bravo.

Tornando verso casa ho fatto sosta all'ultima fontanella molto volentieri. I 5km a seguire sono stati veramente tragici per tre motivi fondamentalmente. Le persone (giustamente) a spasso ti facevano perdere il ritmo ed ogni tre per due dovevi rilanciare. Il caldo non era dei migliori ed è esploso di colpo e questo mi ha creato dei sensi di sete non indifferente. Ed infine il mio "solito" problema mi ha costretto a rallentare notevolmente vedendo i miraggi per arrivare alla macchina.E' per questo che ho fatto solo 15.2Km e non i 16km previsti. Appena ho visto la macchina mi sono trovato teletrasportato a casa in meno di un secondo.

Ed ora veniamo alle sensazioni in corsa e non:

Detto questo non mi resta che salutarvi ... alla prossima ... e chissà cosa scriverò di bello ... e di quale sport si tratterà :)

Etichette: , ,