[Triathlon] Sarnico: Sconfitta PRE-T1!

Se generalmente metto l'ascia come segno di battaglia, oggi credo sia corretto mettere l'elmo abbandonato per terra come segno di "sconfitta interiore" senza nemmeno averci provato.

Non ho molto da dire in quanto ho già scritto diversi post sulla questione ansia acquatica che mi ha preso nell'ultimo periodo.

Il "Triathlon Olimpico di Sarnico" doveva essere la mia ultima gara di  Triathlon per questo 2010 ed invece nemmeno mi sono presentato.

Ieri ero lì a dare una mano a sistemare la zona di cambio. Non ho nemmeno voluto prendere il mio pacco gara, non mi sembrava corretto.

Ogni tanto guardavo l'acqua del lago e non capivo. Sino a poche settimane prima mi sarei buttato dentro senza esitare. Ad ogni sguardo la reazione era di allontanarmi ancora di più dall'acqua,

Ho capito cosa vuol dire essere innamorati e con un colpo di fulmine! Abbracciare una transenna e non volerla più lasciare (soprattutto quando i tuoi amici ti vogliono lanciare in acqua di peso) è proprio un sentimento bellissimo!

In molti mi hanno detto di andare e provare. Per una volta ho capito che non funzionava nemmeno la provocazione come stimolo. Ci sono due possibilità fondamentalmente:

Onestamente ignoro cosa sia peggio o cosa meglio. Di certo posso dire che questo TRI-Anno è stato veramente significativo per me sia dal punto di vista personale che sportivo. Non voglio più fare progetti lontani. Adesso punto alle prossime tre Maratone (Dublin Marathon, Reggio Emilia e non ve la dico) e poi cercherò di capire cosa voglio realmente!

Etichette: , , ,