[Triathlon] Olimpico Parco del Laghi : Nuoto + T1

Ieri ho partecipato al "5° Triathlon Parco dei Laghi" e devo dire che è stata una gara veramente bella, forse il migliore olimpico fatto sino ad ora. La tensione prima della gara era veramente alta a seguito del traffico per strada e temevo di non arrivare in tempo per fare tutto quanto. Alla fine avanza anche il tempo per indossare la muta e farsi un bagno per vedere nuotare e darsi una bella rinfrescata. Dentro l'acqua ho studiato bene la posizione delle boe ed i riferimenti per il nuoto. E' ora di uscire, chiamano per le spiegazioni della gara. Il tempo passa e le batterie partono, l'attesa è sempre lunga. Finalmente si procede alla spunta e si entra in acqua. Il caldo era veramente tanto e qualche minuti "di relax" al fresco non guasta. Ora bisogna attendere solo lo sparo e poi si parte. Sono teso ed ho paura che la tensione mi faccia fare brutti scherzi. Ultimo sguardo alle boe e poi in mezzo al gruppo ... BANGGGGGG!!!

Nuoto: Questa volta non voglio storie e mi lancio insieme alla tonnara pura. Nella mia mente avevo ben chiaro il percorso e la linea che dovevo seguire per andare alle boe senza perdere tempo.

Fissare la prima boa non era così semplice. Volavano "gomitate e calci" come si deve e nella fase di respirazione qualche sguardo di fuoco partiva. Ho risposto bene ad un paio di "pacche amichevoli" e poi sono passato.

La prima boa è davanti a me. Mi trovo solo, non capisco come mai il gruppo con cui ero è uscito dalla linea ideale. Arrivo sotto la prima boa e giro attorno. In fase di uscita "faccio a botte" con un ragazzo.

 Restiamo solo io e lui in treno. Lo passo e mi dirigo a prendere il gruppetto davanti. Arrivo da solo ed entro nel gruppo. Poco dopo comincio la rimonta e li supero uno alla volta. Il tragitto tra queste due boe è veramente lungo ed il gruppo al mio fianco lo vedo staccarsi. E' troppo a destra per la linea ideale, meglio solo che fuori!

Le poche cuffie davanti erano in fila perfetta con la boa e così ho cominciata ad andare a prenderle. Ho spinto parecchio, ma ci sono arrivato in modo da avere una scia per il tratto finale. Si cominciava a vedere la boa, ma non riuscivo a quantificare la distanza. Il ritmo era buono ed una volta che ho capito di essere in linea non mi volevo distrarre.

Sono quasi sotto la boa e senza rendermi conto esco dalla scia ed internamente sorpasso. Uno dei ragazzi davanti non gradisce il mio sorpasso e cerca di fermarmi. Non ci riesce e caso strano arriviamo sotto il giro di boa assieme. Ora sono cavoli tuoi, il favore ti viene reso e con gli interessi .. la prossima volta ci pensi su ed anche bene!

Uno sguardo all'uscita dall'acqua e prendo la linea ideale subito. Altri erano fuori linea e li passo. Ormai ci siamo e se devo essere sincero avrei voluto fare un secondo giro in acqua. Avevo una voglia di nuotare che nemmeno vi immaginate. Ultimi sorpassi e/o ultime "botte" prima di alzarmi in piedi. Ero ignaro che la mia gara sarebbe finita da lì a poco.

T1: Mi alzo in piedi ed appena metto i piedi sul tappeto sento un volontario che mi afferra il braccio e mi "lancia" in avanti per aiutarmi a fare la salita ripida. Non mi ero reso conto di nulla ed un secondo volontario mi rilancia per finire la salita. Mi sono reso conto solo di una cosa. Al primo lancio un crampo mi è partito dalla pianta del piede sinistro e mi è arrivato sino all'interno coscia.

I volontari sono stati veramente bravi e rapidi sapete? In questi pochissimi secondi di volo mi sono trovato anche la muta slacciata e quindi pronta per essere sfilata :) Non mi ero accorto di questo dettagli e quando sono andato per aprirla mi sono accorto del tutto.

Guardo e davanti a me avevo pochissime persone sia sulla rampa che sulle scale per salire.

Mi giro un secondo verso il lago e vedo ancora un sacco di persone ancora in acqua. Cavolo, sapevo di avere fatto una bella frazione di nuoto ma non credevo così bene! Per raggiungere la zona cambio bisogna affrontare una scala e passo dopo passo il crampo andava a nozze. Arrivo faticosamente alla bici e qua rimango impressionato: la rastrelliera era ancora piena di bici ed eravamo in pochissimi.

Mi sistemo con calma e nel mentre cerco di sciogliere almeno il crampo al polpaccio. Ad un certo punto ho sentito una fitta da salire sulle stelle. Ho stretto i denti e quando sembrava passato (il tutto è relativo) decido di partire. Nel frattempo la rastrelliera si è riempita di gente. Un grazie al "furbo del villaggio" che da sotto la bici ha tirato fuori un borsone e lo ha lanciato nel corridoio di passaggio.

Ho provato a "correre" sino alla mount line, ma non è stato così semplice. Ho dovuto passeggiare sapendo che la vera agonia sarebbe cominciata da li a pochi metri quando avrei dovuto cominciare a pedalare.

Nuoto + T1: 33 min 51 sec

... e scusate ma non mi sembra male ... considerando che dall'acqua all'uscita 5 minuti abbondanti se non di più sono passati visto che ho dovuto anche fare la sosta stretching per ridurre le fitte ... no? :)

Etichette: , , , ,