[Running] Tapasciata: Mattinata a Soncino

Questa mattina, assieme all'amico Fabio, sono andato a Soncino per la tapasciata. Il motivo è molto semplice: volevo correre con dei ristori regolari per l'acqua viste le temperature.

La mia idea originale era di fare un lento da 20km e come potete vedere dall'immagine è stato un lento molto più corto. Ora veniamo a noi ed al percorso.

Il percorso parte bene ed anche al fresco visto l'orario. Mi trovo subito solo a correre ed ogni tanto passo qualcuno molto mattiniero. Ad un certo punto ho pensato di essere il solo sul percorso perchè vedere una persona non era molto semplice. Il tempo passa ed anche il percorso: mi piace! La mia mente mi propone il ritmo di una canzone molto bella. Il problema è che non riuscivo a ricordarmi il titolo e nemmeno le parole. Solo nel pomeriggio a casa mi verrà l'illuminazione e potrò risentirla per intera!

Correre su sterrato non è male soprattutto per i fondi lenti. Vivere la natura mi permette di dimenticare il cronometro e concentrarmi sulla corsa e basta. Devo dire che di estrema importanza è stato anche il lento di ieri con Emanuele. Oggi tenere i 4.40/km non mi usciva così difficile.

Della serie "corri che prima o poi trovi qualcuno" vedo l'amico Fabio avanti. Lo raggiungo dandogli due consigli al volo sul suo modo di correre e lo passo. Ci troveremo poi al ristoro pochi secondi dopo. Gli comunico che è probabile che farò i 15km e non i 20km perchè la pancia dopo una settimana di pieno sciopero ha avuto la brillante idea di mettersi in moto proprio oggi. Vedo come prosegue e decido.

Esco dal ristori e vedo subito il bivio per i 20km e con la speranza di stare bene prendo la strada che avevo in mente. Passo dopo passo mi chiedevo il perchè di quella scelta. Non era più una questione di pancia. Il problema maggiore era il fondo. Il sentiero era sterrato e stretto ed ho rischiato di giocarmi una caviglia per bene mettendo giù male il piede. Di solito amo correre nella natura, ma oggi speravo veramente di trovare asfalto presto possibile.  Se il prossimo anno tornerò a Soncino di certo non faccio più il percorso da 20km. Questo tratto non mi è piaciuto proprio per nulla.

Mi ritrovo sul percorso dei 15km ed ora che la strada si era sistemata il problema era tornato la pancia ed in maniera prioritaria. Capisco subito che i 20km non li avrei retti senza fermarmi e quindi ho cercato di concentrarmi sul ritmo.

Vedo un cartello di deviazione davanti a me. Percorso dei 6km a destra e quello dei 15/20km a sinistra. Giro subito a destra e "sorridendo" penso che manca veramente poco alla fine. Il rettilineo era lungo non tanto per le gambe, ma per la pancia. La visione della "Rocca di Soncino" rende il tutto più piacevole. Dai che ci siamo, siamo sempre più vicini. Ci sarà un bagno, vero?

Appena arrivato fermo il garmin e comincio a camminare. Risultato? Dopo pochi metri a piedi la pancia era tornata in sciopera. E' rimasta tale ancora per diverse ore. Solo nel pomeriggio è ripartita.

Dati Garmin Connect: 2010-07-04 Camminata a Soncino

Non ho trovato molti amici in giro. Sono riuscito a vedere il buon Alessandro che è sempre un piacere vedere. Ho sempre trovato gente che parla col "lato B" molto probabilmente perchè rosica e l'invidia è veramente una brutta bestia. Mi fermo qua per una serie di motivi per i quali mi auto censuro.

Ora vi lascio, devo sistemare un po di cose e poi guardare il grande "Dottor House" però siccome sono veramente un bravo bambino ecco anche a voi la canzone che mi ha tormentato per tutto l'allenamento di oggi:

Peter Wolf Performs 'I Don't Wanna Know'. June 10th, 2010

Buona domenica sera a tutti ... e ...  VOGLIO LA NEVE!!!

Etichette: , ,