[BDC] Uno sguardo ai battiti e ....

... il regalino arriva tra il chiaro e lo scuro! Non avevo pretese temporali oggi in bici da corsa. Ormai la Maratona di Trieste è alle porte e non posso permettermi di fare cavolate ed arrivare con le gambe stanche.

In questo modo, dopo il lavoro, oggi sono uscito con un solo obbiettivo: stare attorno i 140 battiti al minuto e fare agilità.

In teoria non era per nulla difficile. Ho avuto momenti dove le gambe spingevano di più ed altri dove le gambe spingevano di meno. Questo non è un problema, tanto non mi interessava.

Mancano circa 4km a casa e dal polpaccio destro sento un dolore che comincia a crescere. Il segnale è chiaro: è un crampo! Provo a pedalare al contrario per sciogliere e sembra passare così riprendo sempre con attenzione.

Mancano 3km circa e sento che il "nodo" si stringe di botto ed il dolore è immenso. Riprendi a pedalare al contrario e sembra che tutto sia apposto. Trovo davanti un caos ad un incrocio e per altri 200m in quanto la gente non ha capito che due macchine su una strada stretta non possono passare assieme e si sono incastrate. Io passo in mezzo, con numeri di circo, mentre faccio loro i complimenti.

Sono a 2km e non vedo più le case o la campagna. Vedo solo le stelle ed avevo un solo pensiero in questo momento: BANANE!

Ho stretto i denti per 2km ancora e quando sono arrivato a casa con un male al polpaccio allucinante ho mangiato subito una banana, una fetta di torta ed un budino per mettere dello zucchero in circolo.

Sapete cosa penso in questo momento della mia vita?
Vincere un crampo di quelli giusti a pochi giorni dalla prossima Maratona non ha prezzo ... ha solo una serie di insulti veramente impagabili!
Ed ora passo e chiudo. Domani un doppio allenamento con la speranza che il polpaccio mi permetta di correre. Nel caso incrocio le dita e spero nel miracolo per domenica.

Etichette: ,