[BDC] Riflessioni nel vento

E con oggi si è chiusa la prima settimana della tabella "The Phantom Warrior" e nelle indicazioni giornaliere avevo solo un 32km in bici da corsa. Siccome questa mattina dovevo lavorare ho puntato la sveglia alle 06:00 per uscire a pedalare in tutta tranquillità. Quando la sveglia è suonata era troppo buio per pedalare e così sono rimasto a letto senza chiudere occhio. Alle 06:45 non ho resistito vedendo la prima luce entrava nella mia camera. Era troppo tardi per pedalare e così "ignorando" la tabella ho messo le scarpe da corsa ai piedi per scaricare la tensione sapendo cosa mi sarei trovato poco dopo al lavoro da fare.

 CORSA: Uscito di casa ho controllato solo due cose: l'orario e se il garmin aveva i satelliti. Ho premuto start e sono partito. Ho corso poco più di 5km e l'ho fatto senza guardare il passo o altro.

Andavo totalmente a sensazioni e stato d'animo. Sentivo di rallentare in alcuni momenti e di spingere in altri. Probabilmente in un "allenamento sano" non lo avrei fatto, ma oggi è oggi e devo svuotarmi di tutto quello che ho dentro. Ho fatto il classico giro, con una variante in partenza, della marcia contro la leucemia infantile che tutti gli anni verso fine Maggio fanno al mio paese.

Arrivo sotto casa e vedo un ragazzo che conosco. Mi ha chiesto se avevo corso poco o piano perchè ero bello fresco e rilassato. Avevo da poco stoppato il garmin ed ho guardato solo in quel momento il passo medio scoprendo.

Dopo una doccia ed una colazione abbondante di corsa a votare e poi al lavoro. La giornata non ha assunto la piega che volevamo al lavoro e così il tutto è andato molto per le lunghe. Questo però non vuole dire che ho saltato l'allenamento in bici da corsa. In pausa pranzo, invece di andare coi colleghi, sono scappato a casa e via con Sally!

BICI: Prendo Sally e parto via in agilità. Dovevo fare 32km oggi e viste le premesse credevo di metterci veramente poco. Le gambe giravano in modo fantastico nonostante i 50km di ieri.

Appena esco dal paese e mi trovo circondato da campi sento un forte vento che mi rallenta ed anche in modo decisivo. Ho capito che oggi era dura e che la media andava a farsi benedire. Nonostante questo le gambe giravano abbastanza bene.

Per un attimo ho avuto la fortuna di avere il vento alle spalle. Restando agile mi sono abbassato sul manubrio ed ho preso un buon ritmo (36-38km/h) sino a quando ho curvato ed il vento è tornato in senso contrario e quindi il ritmo è crollato nuovamente.

Viaggiare a quel ritmo, anche grazie al vento, mi ha fatto capire un sacco di cose e di questo devo ringraziare anche Sally che mi ha fatto riflettere con delle frasi molto semplici:
Ricordi come ti sentivi lo scorso anno? Eri a poco meno di un mese della tua prima Maratona e non avevi idea di cosa ti aspettava. Ricordi anche quando hai deciso di metterti in questa avventura? Gli amici ti hanno detto di provare e te? Hai stampato una tabella da Internet ed hai cominciato a sperare di farcela. Non riuscivi a superare i 20km ed ora i 42 sono una parte fondamentale della tua vita.
Detto questo, hai stampato anche questa tabella nuova giusto? La stai seguendo? Pensi di portala alla fine vero? Ecco, spiegami una cosa adesso: che cosa la segui a fare se poi non provi a portare le chiappe sul campo da gara?  Non dirmi che l'hai stampata solo per "sprecare" una dozzina di fogli di carta, una graffetta ed una busta trasparente? E non dirmi nemmeno che lo hai fatto per dire agli amici che hai stampato la tabella tal dei tali giusto per fare il figo con loro. Non è così, vero?
E poi fammi capire, hai deciso di punto in bianco di fare una 50km tipo due giorni dopo? E ti spaventa una gara che hai tutto il tempo di prepararla?
E' vero, i cancelli temporali sono un bellissimo ostacolo mentale però te non preoccuparti perchè per quello che posso ed anche oltre ti aiuterò io ... ma ricorda ... anche te devi metterci anima e corpo in questa impresa da subito! Intesi? Come ai vecchi tempi? 

Ed è con questo dialogo riflessivo che la mia piccolina mi ha riaccompagnato a casa. Abbiamo pedalato 9km di meno del previsto, ma non mi andava di fare tardi perchè volevo tornare al lavoro a vedere come andava il tutto.

Mentre pranzavo ad orario merenda (piadina provolone, gorgonzola e due muffin al cioccolato fatti dalla mia cognatina) ho ripreso l'uso di "quella cosa" che si spaccia per neurone ed ho proseguito la riflessione. Sono veramente fortunato ad avere Sally come "migliore amica" per questi momenti, con lei riesco a confidarmi moltissimo più di quanto potete immaginare.

Sapete cosa vi dico? BASTA PIPPE E  BASTA SEGHE MENTALI ... E' ORA DI FARE SUL SERIO E SMETTERLA DI FARE I BAMBINI ... HAI O NO QUASI 30 ANNI? VUOI CONCLUDERE QUALCOSA UNA BUONA VOLTA? COME DICE IL BUON BRESS? O VITA O MUERTE! 

E che vinca il migliore! Dico bene Bress?

Volete sapere se mi sono iscritto? Ehm ... non ancora :(

Etichette: , , , ,