[Running] Tranquillo, oggi è velocità crociera

Ieri mattina, con tanto coraggio visto il sonno e la temperatura sotto zero, scendo in strada come solito per il mio allenamento del mattino. L'idea era di correre a fondo lento circa 7-8km e poi andare a casa.

Il primo lato positivo, una volta cominciata la corsa, è stato il vedere dove mettevo piede ed anche più avanti. In questo modo, grazie ai primi soli, ho potuto uscire prendere il largo ed andare al paese dopo. Certe emozioni non hanno prezzo, forse si smette di girare come una trottola per le vie del paese la mattina!

Avevo deciso di tenere un passo veramente tranquillo e lento (5-5,20/km) e devo dire che con una certa sofferenza riuscivo nel mio intento. Ad un certo punto vedo un ragazzo correre nel senso opposto al mio. Il solito saluto e ... CIAO ANDREA! ... ho capito chi era ... MI GIRO E TI SEGUO ... e così ho fatto.

Mi affianco a lui e la prima cosa che mi dice è "Tranquillo, oggi è velocità crociera" e dopo pochi metri mi è venuta a mente una frase imparata durante la Maratona di Reggio Emilia che dice "Tranquillo è morto inculato" ... e devo dire che è andata proprio così.

Il ritmo è sceso sotto i 4.40/km e devo dire che ero un attimo fuori dal ritmo teorico. Durante la corsa mi ha chiesto il passo ed ho risposto con un 4.33/km e mi sono sentito dire "per oggi che è un lento è ottimo la prossima volta vediamo" ... bene ... la prossima mattina che ci incontriamo ricordami di salutarti e basta :D

Arriviamo a casa assieme però penso alle mie gambe e così decido di correre ancora un attimo e provare a rilassare il tutto. L'impresa è riuscita anche se ho corso meno del previsto. Questa sera andrò veramente col rallentatore.

Etichette: , ,