[Running] Maratonina di Santa Croce 2010 - Reggio Emilia

Pre-Introduzione: Prima di scrivere questo post vorrei chiedere scusa ai lettori ed alcuni amici se non verranno citati. Sono veramente stanco e non ho la forza di fare un post "completo" e volevo tranquillizzavi che il post "Oltre la Corsa" ci sarà nei prossimi giorni. Scusatemi davvero ma sono veramente esausto e finito il tutto mi metto a letto a riposare. L'idea è di leggere qualche pagina del Signore degli Anelli, ma in pratica credo che mi addormenterò ancora prima di prenderlo dalla mia libreria.

Introduzione: Le premesse non erano delle migliori. Sapevo che avevo una mezza da fare, ma non mi volevo illudere. Mi era stato "imposto" il tempo limite di 1h33m e di spremermi per bene. Pensavo che arrivare già a finirla sarebbe stato un bel successo, una fine così proprio non me la sarei mai aspettata.

0km -> 5km: Mi ero imposto di non fissare il gamin se non al beep ogni 1000m e così è stato. Avevo preso un ragazzo di riferimento e mi sono fatto "leprare" da lui. Mi ero accorto che il ritmo era veloce, ma non credevo così tanto. Ad un certo punto il ragazzo mi comunica che il suo riscaldamento era finito. Non ha finito la frase che probabilmente era già all'arrivo. Ci portiamo fuori dalla città ed improvvisamente mi trovo a tirare un gruppo di runners.

5km -> 10km: Sapevo la strada che mi aspettava in questo tratto. L'avevo vista la mattina per andare verso la partenza. Si avvicina il primo ristoro e prendo al volo. Essendo in comune con la camminata sono stato costretto a rallentare.

Un ragazzo cerca di ostacolarmi aprendo i gomiti. Lo guardo e lo convinco di richiuderli perchè stavo per colpirlo prima io. A quel punto, non ho capito bene perchè, mi ha lasciato passare senza il minimo problema.

I beep seguono a raffica. Ho deciso di guardare bene alla fine del Km7 per avere una stima temporale. Ero a 27m30s circa. Zitto e non pensare a nulla, è ancora lunga ed hai appena fatto una delle più grandi cazzate della tua vita.

Si è alzato il vento ed hai cercato di tenere il ritmo violento di prima. Ovviamente quelli dietro perchè avrebbero dovuto cambiarti? Hanno trovato la volpe del villaggio, cosa potevano chiedere di meglio? Da qua in avanti il ritmo sarà sopra i 4/km e sapevo che dovevo lottare per non rallentare ancora. Bravo ragazzo, sei proprio un genio!

10km -> 15km: Continuo a tirare i soliti simpaticoni. Nonostante mi spostavo per fare recepire il messaggio "CAMBIO" non succede nulla.

Vedo davanti a me una maglia molto colorosa e la nostra distanza è più o meno regolare. Che vadano tutti a fare la cacca. Io mi stacco e mi avvicino all'altro. Tanto, correre solo per solo, almeno tento un aggangio.

Il gruppo non ha retto l'allungo improvviso. Forse non se lo aspettava. Erano dietro di me e non avevano dato segno di provare a prendermi. Ora saranno espressamente cazzi loro. Arriva la fine del km14 e qua si poteva cominciare a fare un pronostico di corsa. Il tempo era di 56m34s e direi ottimo.

Ragazzo, non fare prono ... forse chiudo ad 1h26m ... cazzo ... non dovevi pensarlo ... facciamo 1h27m/28 ti mancano ancora due regalini che tu ben sai.

15km -> 20km: Ed è qua che la corsa rischia di andare tutta a puttane! Arriva il primo dei due cavalcavia (i regalini) e mi preparo ad affrontarlo al meglio. Ovviamente rallento con la speranza di recuperare in discesa. La mia lepre ha allungato la distanza tra noi. Andarlo a prendere? Non ha senso, rischio di giocarmi il personale se faccio qualche cazzata. Cosa? Ho pensato di essere già in personale? LA CORSA NON E' ANCORA FINITA, METTITELO BENE IN TESTA RAGAZZO!

Continuo a correre e mi sento un paio di avvoltoi alle spalle. Decido di non allungare e di tenere il ritmo costante. Sarà il prossimo cavalcavia a fare la differenza tra me e loro. Eccolo, me lo ricordo benissimo e posso attaccarlo. Cerco l'allungo alla base della salita. L'ho preso subito e dietro il vuoto.

Rivedevo la mia lepre, ma era troppo lontana per anche solo pensare. Scendo il cavalcavia e vado via tranquillo. La rotonda ed una salita di un 2m secca (presa anche male come angolo) mi tagliano fuori le gambe.

20km -> FINE: Ormai ci siamo e guai a te se pensi a qualcosa. Continuo a correre ed all'improvviso sento la voce dello speaker. Vedo l'arrivo ed ero solo. Lo sguardo al Garmin non è servito, sapevo che il sogno si era coronato al terzo tentativo.

Non ci volevo credere, sentivo il cuore in gola. Non lo era per lo sforzo fatto. Lo era per l'emozione. Non può essere vero, non ci credo! Sento lo speaker che mi annuncia "Carratta Andrea ... Road Runner Milano ... un'ora e ventisette minuti" ... vedo il mio amico Ciro sorridermi ed il mio garmin fà beep poco dopo il chip.

NON CI CREDO ... HO FINALMENTE ROTTO IL MURO DEI 90 MINUTI E L'HO FATTO DA ROAD RUNNER!!!

Per gli amanti dei numeri ho allegato anche la tabella con tutti i tempi e dati della corsa. Qualsiasi consiglio per migliorare è ben accetto.

A domani, o dopo, per i post che vi ho promesso :)


Etichette: , , , ,