[Nuoto] Vietato entrare - inseguimento in corso


La voglia di andare in piscina questa sera era praticamente nulla. La stanchezza abbondava nel mio corpo. Mi sono fatto coraggio e sono andato.

Prima di entrare, nel parcheggio della piscina, ho visto la mia amica Cristina dopo diverso tempo. Le faccio: questa sera allenamento corto e tranquillo, un 1500 rilassato. Sapete che vi dico? Evviva la teoria!

Arrivo in piscina e vedo tutte le corsie occupate. Cerco quella dove il ritmo sembrava buono. Era la più affollata e decido di entrare lo stesso. Tutti i ragazzi avevano il "ciambellone" in mezzo alle gambe. Siccome, in vista di domenica, volevo rilassare le gambe avevo in programma di usarlo anche io.

Riscaldamento: Faccio toccare il muro all'ultimo del serpentone (5 ragazzi) e mi spingo dietro. Avevo capito che il ritmo era più del dovuto, soprattutto per un riscaldamento, ma sfruttando la scia in acqua mi veniva quasi gratis. Non si perde un rimbalzo al muretto, niente virate, si tocca e si riparte. Essendo l'ultimo mi è venuto difficile cambiare, ma ho visto che davanti si alternavano. Respira, tra poco si riparte!

150m: Siamo in due questa volta. Ero dietro e scrocco allegramente senza farmi problemi. Il ragazzo viaggiava veramente tanto. Ho rischiato di perdere la scia ad un paio di rimbalzi. Fortuna sono stato dietro tranquillamente e la fatica si è ridotta.

250m: Comincio ad andare veramente rilassato e sciolto. Questa volta tiravo io e dietro avevo un ragazzo di cui ignoravo l'esistenza sino a quel momento. Solo in un paio di occasioni mi sono sentito toccare i piedi. Non era del tutto colpa mia. Il resto della compagnia era ferma sotto il blocco di partenza a chiacchierare ed il rimbalzo non era così diretto. Finisce la serie ed i ragazzi escono. In teoria sarei da solo ...

600m: ... in pratica è arrivato un ragazzo in corsia e parte anche lui col ciambellone! Mi metto in scia.

Tutto bene, la distanza è regolare e sono perfetto: velocità alta e fatica zero! Arriva il rimbalzo dei 200m e porca puzzola mi scappa il ciambellone. Mi fermo e lo riposiziono, ma lui ormai è andato.

OBBIETTIVO: RIPRENDERE!

Una fatica allucinante, dovevo spingere più di quanto spingevo in scia poco prima tutto da solo.

Sentivo solo i muscoli delle braccia bruciare. Ad ogni rimbalzo la distanza sembrava ridursi.

Arrivo al rimbalzo dei 500m ed era vicinissimo. Ora ti prendo, giuro! Ho fatto i 25m sucessivi a tutta ed ho rimbalzato assieme a lui.

Eravamo fianco a fianco e nella mia mente una sola parola: PRESO!

Non so quanto andrà avanti questa serie, ma ora mi godo il tanto sudato riposo! Poco dopo è finita la serie. Col fiatone ci siamo guardati e sono ripartito.

200m: ... si parte e questa volta tocca a me a tirare. Doveva essere solamente un piccolo allenamento di relax ed invece era diventato un buon campo da battaglia. Sapevo che questa serie era l'ultima. Ho cercato di spingerla, ma il fatto di non essere in scia si è sentito ed anche tanto. Così mi sono fermato dopo 200m e sentivo un "bruciore" alle braccia che mi ha fatto capire che ho muscoli di cui ignoravo l'esistenza.

Spogliatoio: Quando ho finito la doccia ho visto il ragazzo con cui ho fatto gli ultimi 800m entrare e docciarsi. Ho pensato che era giusto ringraziarlo per la scia e per il fatto che mi abbia fatto giocare a "prendimi" in quanto ho spinto come non avrei fatto. Mi sono fatto dire quando nuota, chissà come mai?

Riflessione: Se vado avanti così ed a Bardolino riesco a prendere una bella scia, non credo di avere grossi problemi ... che dite?

Restando sempre in piscina, e non nel lago, quello che mi sono chiesto una volta uscito dalla corsia è come mai le altre corsie erano piene di persone e nella nostra non è entrato nessuno. Dite che è una strana coincidenza? Oppure hanno capito il messaggio di fondo "Vietato entrare - inseguimento in corso" ... ??? :)

Preoccupazione: Ho fatto vedere i tempi a "Jonny The Coach" e mi ha ricordato che siamo solo all'inizio della preparazione. Però è stato contento dei risultati ottenuti!

Etichette: , ,