[Running] Tra il ghiaccio e la luna solo la nebbia

Era veramente tanto tempo, forse troppo, che non mi capitava una corsa così particolare.

Il mio corpo e la mia mente mi hanno svegliato nel pieno del sonno questa notte. Avevo voglia di andare a correre e la sveglia non era ancora suonata. Ho pensato di anticipare se mancava poco. Non erano nemmeno le 3 del mattino ed ho ritenuto saggio continuare a dormire. Diciamo che quello che ho sognato nelle 3h seguenti era veramente bello quindi non sono state 3h sprecate attendendo la sveglia.

Poco dopo le 6.30 mi trovo in strada. Il solito stretching mentre il garmin prende un segnale decente e si parte. Non si vedeva molto. Ad essere sinceri la visibilità sulla strada era pochissima. Alzando però lo sguardo in alto si vedeva un bellissimo, ma molto timido, quanto di luna. Non nego che ogni tanto uno sguardo non finiva lì. Era veramente spettacolare!

Ma veniamo alla corsa. Chi è il genio del villaggio che esce a correre in pantaloncini incurante del freddo? ECCOMI! Cassus ... un freddo assurdo! Di sicuro sotto lo zero, ma non so dire di quanto. Ad ogni passo si rischiava di scivolare e bisognava stare attenti ad ogni incrocio. Non si vedeva quasi nulla. Le pochissime persone che ho incontrato mi guardavano molto più male del solito. Probabilmente riprendevano il lavoro oggi e non avevano molta voglia. Figuriamoci poi a vedere uno che corre in pantaloncini con certe temperature.

Alla fine non posso dire di avere fatto una bella corsa. Ho corso un 8.76Km ad un passo tranquillo di 5.01/km e quindi faccio passare la corsa per un bellissimo fondo lento. Adesso "sono pronto" ad affrontare un 48h di riposo forzato per motivi medici. Spero solo che il ricordo e le emozioni di questa corsa mi bastano per resistere in questa astinenza.

Etichette: , ,