[Duathlon] Simulazione ghiacciata, simulazione con scivolata

Dopo un giorno di fermo oggi sono tornato in allenamento cattivo come non mai. Dovevo fare capire al 2010 chi comanda e che sarà un anno veramente impegnativo. Da oggi non si scherza, intesi?

Corsa: Si parte ad un ritmo tranquillo e decido di mantenerlo. Tra i mille pensieri nella mia mente la paura di stare nuovamente male come l'altro giorno è molto presente.

Il giro è il solito di circa 5km e da subito vedevo sotto i miei piedi l'asfalto bianco. Guardando i prati erano perfettamente bianchi anche loro.

Dal punto di vista tecnico posso dire di avere fatto una bella discesa di ritmo per tutto il percorso. Il tratto finale è andato in aumento perchè un simpatico cane ha deciso di attraversarmi la strada rompendomi il ritmo (e non solo) con rischio di scivolata. Cerco di riprenderlo ed una bella macchina si mette in mezzo alla strada a fare una pseudo inversione ad U.

T1: Questa fase è molto semplice. Devo solo togliermi le scarpe da corsa, mettere quella da bici ed i copriscarpa. Prima di partire il caschetto e si riparte. Oggi mi sentivo meno impedito dell'altro giorno.

Bici: Parto tranquillo e guardo avanti. Il fondo era scivoloso e non volevo fare una bella scivolata appena partito.

Una volta fuori paese ho subito ripensato a giovedì ed a come mi sentivo. Un rapido check-up e mi sono convinto che stavo veramente bene. Inoltre provavo una "bella" sensazione di freddo e non di caldo.

La voglia di spingere è stata subito fermata dal ghiaccio. Il bianco per strada aumentava più mi portavo verso la campagna. Sentivo il rumore della mia ruota sopra quello sottilissimo strato bianco. Piacevole non lo nego, ma un pò troppo rischioso.

Il freddo questa mattina era veramente troppo anche per i miei gusti. A metà del giro non sentivo più le mani e nemmeno le braccia. Ho cominciato, una mano alla volta, a sfregarle sulla coscia. Ho ripreso sensibilità. Sensazione breve perchè il freddo aveva le meglio.

Ad un certo punto curva a destra nella teoria molto facile. Mi piego e sento la bici prendere una traiettoria totalmente diversa. Fortuna riesco a restare in equilibrio. Ho sentito una bella sculata e la bici andare per i fatti suoi. Da quel momento in poi, ad ogni curva ho rallentato ... che è meglio :D

Finalmente, assieme al mio migliore amico freddo, siamo arrivati a casa. L'unica parte del mio corpo che rispondeva ai miei richiami erano le gambe. Il resto totalmente insensibile.

T2: Ora comincio a ridere ed anche bene. Come faccio ad aprire il box? Ho le mani congelate e le chiavi del box sono nel marsupio. Con tanta fatica riesco a fare il tutto e stando nel box il tempo di cambiarmi le scarpe comincio a scongelarmi. Forse era molto mentale lo scongelamento perchè nel cercare di chiudere il box ho avuto le stesse problematiche dell'apertura.

Corsa: Dai Andrea, ci sei quasi! Corri che ti scaldi e poi arrivi a casa! In questo momento ho cominciato a pensare al mio tutone nero che scalda come non mai. Quanto avrei voluto averlo addosso!

Nonostante il freddo si fosse impossessato del mio corpo le mie condizioni erano ottime. Riuscivo a correre a 4.35/km senza fare fatica. Il passo era normale e sciolto. Tieni questo ritmo e continua così!

Questa regola è stata valida per i primi 4km poi dentro la mia mente sono passate senza che le cercassi le parole "Buddy you're a boy make a big noise ... Playin' in the street gonna be a big man some day " e non capisco perchè avrei dovuto ignorarle.

Comincia a spingere, ma non troppo. Scendi di quei 10s/km prima che salti per lo sbalzo termico. La discesa è stata sentita dalle mie gambe. Per il resto stavo veramente bene. Dai, siamo quasi a casa, continua a spingere!

Con un passo spontaneo sono sceso a 4.06m/km per gli ultimi 600m circa. Nessuna sofferenza alle gambe, solo voglia di arrivare a casa a scongelarmi. Ed eccomi qua ... ed anche oggi mi sono divertito ad allenarmi :)

Ecco la sintesi dell'allenamento per i più curiosi:

Ed infine non posso non mettervi la canzone che mi ha riportato a casa e che mi ha fatto riflettere tantissimo ... "Giocando in strada sarai un grande uomo" ... ed oggi posso dire di avere messo un altro tassello per diventare uomo e crescere non solo nello sport ma anche nella vita!



Buon sabato a tutti ... :)

Etichette: , , , , ,