[Nuoto] Allenamento a doppia V

La settimana scorsa mi è passato su Facebook un post dell'amica Noemi dei Road Runner dove raccontava di un allenamento di nuoto a "W" e non a piramide. Mi ha messo addosso una bella curiosità e così ieri sera mi sono divertito a provarlo. Devo dire che, salvo complicazioni in vasca, è davvero bello e non vedo l'ora di rifarlo aumentando la distanza complessiva. Come potete notare i tempi non sono chissà quali temponi però devo dire che sono uscito dalla vasca rilassato e non stanco come invece prevedevo.

Prima ho citato delle complicazioni durante l'allenamento. Quali sono? Fondamentalmente sono due. Il secondo "50m" in teoria sarebbe più basso come tempo. Il problema è che leggendo la sintesi è più alto del primo. Il perchè? Dei simpatici bambini si divertivano a passare sotto le corsie ed ho dovuto rallentare per non travolgerli. Inoltre, una volta toccato il muro, non trovavo il tasto di fine lap sull'orologio. Che culo vero?

Passando oltre il fattore numerico sono veramente felice. Le virate mi escono ancora spontanee anche se non le ho fatte regolarmente. Ammetto di averne toppate un paio ed avere ritardato la fase di spinta. Quindi, in conclusione, potevo limare qualche secondo ancora. In ogni caso lo ammetto, escluso i due 50m, in altre serie mi sono proprio rilassato in acqua. Inutile dare la colpa alle virate rallentate :)

Guardando la tabella di allenamento dovrei andare il 24 a nuotare che però la piscina è chiusa. Visto il tempo e la neve potrei saltare una corsetta corta e farmi una bella nuotata e poi dritto in palestra ad allenarmi.

Cavolo, dimenticavo una cosa ... il tempo di recupero tra una serie e la seguente è stato di circa un minuto secondo più o secondo me.

Etichette: ,