[Running] Mezza di Castel Rozzone: Cronaca di un PB!

Sguardo fisso verso la partenza. Mancava ancora un pò alla partenza. Questione di minuti credo, non molto di più. Gli occhiali rendevano il mio sguardo impenetrabile. Era davvero così, proprio come la mia mente ed il mio corpo.

La partenza si avvicina. Saluto papà dando come orario di fine le 10.40 per la foto all'arrivo. Non mi sentivo già bene di mio, inutile tirare o fare cavolate.

Si parte e mi trovo subito nel gruppo. Si corre bene e le gambe rispondono a dovere. Ad un certo punto guardo il garmin. Vedo un passo di 4m04s ed ho avuto un bel pensiero: benissimo, il garmin è andato a puttane! Lo ignoro, arrivo al secondo beep e poco dopo lo riguardo con lo stesso pensiero. Al terzo la situazione era simile. Ho fatto un calcolo tempo e distanza indicata sul percorso: il garmin non era a puttane, era lì con me a correre.

Il percorso era veramente bello e veloce. Non mi sono reso conto di correre la distanza fatta. Forse perchè la media della corsa era poco superiore ai 4/km? Arriva il ristoro. Tra il caldo e la corsa la gola era diventata secca ed avevo bisogno di idratarmi. Prendo l'acqua al volo e la bevo. Appena provo a metterla in bocca il mio corpo si risponde picche. Mi è venuto come da vomitarla e l'ho sputata fuori tutta. Ho riprovato, nulla da fare. Non potevo andare avanti così. Ho cominciato a meditare l'idea del ritiro.

Arrivo alla fine del giro e mi strappo il pettorale. Almeno porto la pelle a casa. Finalmente arriva Castel Rozzone. Mancano nemmeno 1000 metri al ritiro, dai resisti. Ad un certo punto una maglietta a striscie. Era il mio papà a farmi una foto sul percorso. Ho sentito qualcosa dentro me ed una volta arrivato in paese ho preso il via del secondo giro.

Ho visto un ragazzo davanti a me. Con fatica vista la gola tremendamente secca gli ho chiesto se potevo usarlo come lepre perchè non stavo bene. Mi ha detto di fare tranquillamente. Mi sono fatto tirare per un pezzo. Poi, ad essere del tutto sincero, non mi ricordo se l'ho passato io oppure è andato avanti lui. Mi ricordo solo che per un attimo ho toccato altro che il cielo con le dita. Il "beep 14" è arrivato circa 59 minuti dopo la partenza. Due conti rapidi e sentivo già il sapore della Mezza sotto i 90 minuti.

Arrivo al ristoro. Sento una ragazza pronunciare la parola "sali" e mi sono lanciato addosso a lei. Prendo i sali ed ho imposto al mio fisico di provare a mandarli giù. Sono scesi solo in minima parte. Gli altri hanno fatto la fine dell'acqua. Il mio fisico non ha una riserva eterna. Sapevo che da lì alla fine non sarebbe stata facile.

Provo a correre ma non riesco più a tenere il passo precedente. Vedo il passo medio del Garmin avvicinarsi a "4:15/km" ed in quel momento il sogno dei 90 minuti si è infranto. Ora sono sopra, addio muro sarà per la prossima volta. Era davvero dura correre in quel momento. Avevo dei dolori all'addome e la gola secca si sentiva sempre di più.

Finalmente siamo in paese. Ormai manca poco, ma per il mio fisico la situazione è veramente disperata. Credevo di vomitare da un momento con l'altro con la speranza di vedere l'arrivo. Ultime due curve e poi il rettilineo finale. Davanti a me la fine. Il cartello del 21Km lo vedevo per terra. Rivedo la maglia a strisce e papà che mi fà la foto. Sorrido e non mi succedeva da tutta la gara. Lo guardo e gli urlo: RECORD! Avanti ragazzo, non è ancora finita la corsa

Una volta passato il cartello dei 21km i 97m davanti erano eterni. Uno sguardo al cronometro di gara: 1h 31m e non ho visto i secondi. Davanti a me diversi ragazzi. Non mi importa più nulla di niente e nessuno. Ho combattuto sino a lì e combatterò anche in questi metri con onore. Il passo viene aumentato. Il ritmo sale, sento il mio corpo spremuto ben oltre ogni limite. Non ho pensato proprio più a nulla. Dentro ero vuoto. Tutto quello che mi è capitato a me ed intorno a me nell'ultimo periodo è stato sfogato sulle strade di questa corsa. Non sò cosa ho dato in questi metri. Sò di averlo dato al meglio delle mie possibilità e credo di avere fatto una corsa memorabile. Torniamo a noi, non hai molto tempo da perdere. Va bene che i 97m sono eterni, ma guarda che anche loro hanno una fine! Giù la testa e corri ragazzo. L'ultimo sguardo era a 54s prima di perderlo di vista. La riga è superata. Sono vivo e mi reggo in piedi.

Il tempo di farmi togliere il chip da sotto il pettorale mi rivedo con papà. ubito gli salto addosso dall'emozione e lo abbraccio forte. Non ci credevo ancora. Ero veramente stravolto. Ho messo altro che anima e corpo in questa corsa. Fare un PB in queste condizioni è stata veramente una pazzia. Ho buttato giù il mio tempo in mezza maratona da 1h38m04s (Stramilano 2009) ad 1h31m47s!

Il mio stato d'animo era molto confuso. Volevo mettermi a piangere per il PB dall'emozione che avevo in corpo. Volevo mangiare per riprendermi un attimo. Volevo bere perchè il mio fisico era leggermente disidratato. Volevo farmi una doccia. Volevo arrivare a casa per sdraiarmi. Una alla volta ho fatto tutte queste cose. Il ristoro a fine gara mi è piaciuto molto. Sono riuscito a bere tanto tra integratori e thè. Questo mi ha riportato ad un livello quasi normale. Finito di mangiare ho guardato papà e gli ho chiesto se potevamo andare perchè volevo arrivare a casa prima possibile per sdraiarmi che non mi reggevo in piedi.

Mentre tornavo a casa ho mandato a chi me lo aveva chiesto un sms informativo:
Volevo ritirarmi, ho stretto i denti anche se ad un certo punto stavo male. Forse ho corso per la disperazione. STREPITOSO PB: 1H 31M 54S! Sono ko e non ci credo ancora

E devo dire che la risposta più bella è stata assieme alla mia risposta a seguire:
Risposta: Bravissimo, ed ora mangia!
Io: Grazie ... Tranquilla il ristoro finale ha risentito del mio passaggio!
Poi ci sono stati altri sms di complimenti da parte di amici tra cui quello di Adam inaspettato che mi ha fatto veramente piacere.

Una volta a casa ho raccontato tutto al mio fratellino. Mi guarda e mi ha chiesto: ma quindi ora riesci ad andare in America a correre la corsa che volevi e dove mi vuoi portare come preparatore? Lo guardo e rispondo: Purtroppo no, serve un 3h10m di qualifica in maratona e la vedo dura. Scoppia a ridere e quando ha finito: Non riderci sopra, dopo la mezza di oggi non ti è così impossibile se proprio ci pensi bene!

E per chiudere ecco la riga della classifica presa dal sito. I parziali non li ho in quanto l'idea di collegare il garmin proprio non mi piace. Richiede troppe risorse mentali ed in questo momento sono assenti!



Nel messaggio avevo scritto 54s ... non sò da dove mi sia uscito. Però alla fine è andata bene. Per 1s non sono passato ai 32m e come tempo reale è andata ancora meglio. Dai, non lamentatevi. Credo di non avervi deluso cari miei fans e non!

Etichette: , , , , , , ,