[Running] Gli ultimi 1195m per la GLORIA!

[...] Ero un uomo al limite. Avevo appena finito di camminare una salita perchè le forze erano al minimo e l'infortunio subito in gara era forte. Bress mi si affianca: Andrea, vai che fai il PB! ... non ci riesco bress ... dai Andrea vai ... passa un ragazzo seguimi, ti porto io ... non ci riesco ... vai andrea! Il tempo di fare un respiro profondo dentro di me e Bress ha assistito alla mia partenza. Un solo urlo, pensando a quello che non è andato in questa Maratona ... FANCULO TUTTO ... e sono partito ad un passo di 3.45/km e con questo ritmo sono arrivato sotto lo striscione d'arrivo alzando le braccia al cielo [...]

Ma come sono arrivato lì? Cosa è successo in corsa che mi ha portato a farmi male? E prima? E dopo? Ora ve lo racconto con tutta calma ... o almeno ci provo!

La mattinata è cominciata presto. La sveglia alle 5.30 per una colazione abbondante a base di carboidrati. Poi un caffè in albergo e si và verso la consegna borse dove incontro un mio amico. Tra una chiaccherata e l'altra il tempo passa e vedo due magliette gialle con un fulmine. Su una leggo Bress e lo chiamo. Il tempo di presentarci e poco dopo decidiamo di correrla assieme in quanto il passo stimato per la maratona (4.40 -> 4.50/km) è lo stesso.

Grazie alle teorie e tecniche del Bress posso vantare di essere partito in 4° fila dietro i professionisti. Non è male? Ecco lo sparo ... si corre! Per me la Lake Garda Marathon era una novità, per Bress no così mi ha giudato nella corsa. Il tempo passa benissimo e le gambe girano alla perfezione. Tra una galleria e l'altra il paesaggio della Maratona è veramente strepitoso. In poco tempo arriva il Km 10 ed assieme a Bress lo passiamo esattemante a 48m:00s e direi che non è male. Forza ragazzo, la strada è ancora lunga ed è il caso di pensare alla mezza maratona.

Si corre sempre assieme verso Arco di Trento. Erano anni che non andavo più lì. Rivedere quei posti mi ha fatto veramente piacere. Il clima del Trentino era bellissimo. Passiamo la mezza in meno che non si dica. Forza, la strada che abbiamo fatto sarà quella che ci porterà a casa! Resto sempre al fianco del buon Bress. Si corre assieme sino al 25Km e qua accade il fattaccio che mi fà giocare la Maratona a 3h20m. Prendiamo da bere al ristoro. Io rallento un secondo per bere i sali minerali. Un ragazzo (che forse faceva bene a restare a casa sua) mi travolge arrivando lungo e veloce al ristoro. Mi calpesta il piede sinistro (e due unghie sono saltate) e mi colpisce la coscia sinistra. Come se nulla fosse successo prosegue la sua corsa. Bress era poco più avanti. Ho provato a riprenderlo, ma da quel momento in poi correre era veramente sofferente e faticoso. La mia gara (ovvero 3h20m o meno) era andata a farsi benedire. Ora dovevo solo puntare ad arrivare in qualche modo.

Il passo è salito, inutile negarlo. Tra la strada ed il dolore la corsa era diventata sofferente. In pochissimo tempo è arrivato il momento dove se sei credente comincia a pregare e se non lo sei inventati qualcosa. Ho cominciato ad inventarmi qualcosa da pensare. In un modo o nell'altro dovevo uscire dal muro del Maratoneta. Ho mangiato banane, cercato un ritmo costante e l ho trovato. Il tempo stimato per l'arrivo appena fuori dal muro è di 3h25m ... poco male ... poteva andare meglio. Arrivo a Malcesine e la salita mi ha fatto saltare. Smetto di correre. Comincio a camminare. Inoltre la calza del piede destro mi si era piegata sotto e mi dava fastidio. Fermati, togli la scarpa, sistema la calza e riparti. Ritrovo Bress e mi invita a provare a correre per non arrivare camminando. Il cartello 40Km era alle nostre spalle. La mia mente era stava per finire il controllo sul mio corpo. Seguivo Bress. Il cartello 41Km è arrivato non so bene come. Poco prima Bress mi ha provocato, mi ha scosso dentro e sapete già come è andata. GRAZIE BRESS ... HO FATTO IL PB! Medaglia al collo e torno verso la riga d'arrivo ad aspettarlo. Tutti e due sorridenti e felici. L'abbraccio è inevitabile! Abbiamo condiviso le 3h 30m precedenti in ogni momento ed aspetto: fatica, gioia, dolore e sudore!

Ragazzi che esperienza per davvero! La consiglio veramente a tutti questa Maratona. Il paesaggio è veramente bello ed anche il percorso.

Probabilmente ho dimenticato tantissime cose successe in queste 3h30m di vita. Aspetterò il racconto del Bress con la speranze che aggiunga qualcosa :)

Grazie a tutti per i diversi sms ricevuti nel post della Maratona. Riguardo a quello che mi ha scritto il buon Mathias ... ragazzo guarda che ti tengo davvero ad ascoltarti in merito a tu sai cosa ;)

Ed ora, giusto per chiudere in bellezza, ecco il mio tempo dalla classifica finale:


Posizione in classifica 295 su 1550 e direi non male ... ma come ho capito e detto ieri non si corre per il tempo perchè la corsa non è solo numeri ([Running] Una corsa è emozioni pure non è un numero!) vero? :)

Ahhh ... dimenticavo ... caro Bress ... ricordati che io e te abbiamo una questione insospesa in Maratona ... quindi non pensare di esserti liberato di me così facilmente ;)

Etichette: , , ,