[Duathlon] Simulazione di uno Sprint

Mercoledì pomeriggio la tabella di allenamento parlava chiaro. Avevo da fare un bellissimo combinato Bike&Run. Il caldo era davvero troppo per me ed uscire senza stimoli non mi andava. Pensa adesso che pensa dopo la mia mente ha partorito la seguente idea: Andrea, devi correre 6,4Km e pedalare per 45minuti. Perchè non guardi la categoria di Duathlon più simile e provi a simularla? Non è stata poi difficile trovarla: la categoria Sprint (5Km - 20Km - 2,5Km) secondo me è perfetta! Avevo pronto tutto ed ora avevo anche la voglia di allenarmi. Di corsa al box (la mia zona di cambio) a sistemare il tutto e senza rendermi conto di nulla avevo già cominciato a correre.

Corsa: Per la prima fase da 5km ho deciso di fare parte del giro del paese ed arrivato alla metà tornare indietro. Il primo tratto è volato via tranquillo. Il problema si è presentato poco prima del Km2. Un dolore alla pancia. Faticavo a muovermi se devo essere sincero. Ho rallentato il ritmo e mi sono messo a correre per modo di dire. Dopo un 200m a questo ritmo il mio pancino ha deciso di rilasciare un quantitativo molto abbondante d'aria al mondo.Tutto passato ed io ho ripreso a correre. Non ho spinto come avrei voluto. Ho preferito non correre rischi. Alla fine, cosa che temevo, ho corso di più della distanza indicata.

T1: Fortuna non ero in gara. Mi è successo di tutto e di più. Tiro fuori la chiave per aprire il box e mi cade. Una volta presa apro il box ed il supporto della bici mi si infila nella ruota mentre la prendo. Pensate sia finita? Bevo un sorso d'acqua e comincio a starnutire come un disperato. Il tempo passa ed il box è ancora aperto. Mi cambio le scarpe, metto il casco ed i guanti. Sono pronto e così chiudo il box e mi dirigo all'uscita.

Bici: Parto agile e resto tale per tutto il tragitto. Dopo 6Km sento tirare il polpaccio a destra. Ho temuto il peggio. A gallipoli è stato lo stesso ([Aquathlon] Un ritiro inaspettato e sconvolgente) e l'idea non mi piaceva. Slaccio la scarpa destra e la situazione sembra migliorare. Il tempo scorre e le ruote di Sally girano. Non ho chissà che velocità. Mi interessa fare agilità e salvare la gamba per correre dopo. Il dolore al polpaccio và e viene. Circa a metà giro mi passa di fianco un fulmine in bici da corsa. Cambio il rapporto immediatamente. Mi butto nella sua scia. Sapevo che a breve sarei tornato solo, ma se posso approfittare non nego. Arrivati all'incrocio lo saluto e ringrazio del passaggio. Il dolore era passato. Proseguo agile. Dai ragazzo, siamo quasi a casa. Stringi i denti ancora un pò e ci siamo!

T2: Questa volta è filato tutto bene! Arrivo elascio giù la bici come prima cosa. Poi mi cambio scarpe e metto il berretto. Come? Sono già per strada? Ottimo!

Corsa: Appena sceso in strada avevo il sorriso stampato in faccia! Non lasciarti fregare ragazzo, sono lunghi 2500m se ci pensi bene. Le gambe giravano e non volevo fermarle. Avevano preso da subito un bel ritmo. Facciamo 2 giri attorno a casa e la distanza arriva subito. Chiudo il primo giro ed il sorriso aumenta a dismisura. La mia testa pensava solo alla canzone "Ligabue - Questa è la mia vita" perchè è così che mi piace viverla. Il tempo scorre e passo dopo passo vedo la fine sempre più vicino. Dai che ci siamo ... ultimi metri ... STOP!

Quando ho concluso ero pieno di emozioni e non vedevo l'ora di raccontarlo! Subito dopo mi ha preso un sentimento di tristezza. Perchè? Avevo finito e dovevo aspettare il giorno dopo per allenarmi ancora. Mi dirigo verso il box. Prendo la borraccia ancora piena e me la rovescio in testa. Il caldo è stato davvero un nemico formidabile. Sono riuscito a vincerlo questa volta. In quel frangente che l'acqua mi ha lavato ho cambiato mondo. Ed ora? Dritti a casa che una bella doccia mi aspetta. Non vi dico cosa e quanto ho mangiato dopo a cena ed il giorno dopo ... che è meglio :D

Prima di lasciarvi ecco a voi la sintesi della simulazione:
Ieri ho scaricato con 21.17Km di Mountain Bike ed oggi mi aspetta una bella avventura che vi racconterò nei prossimi giorni ammesso che esco vivo da tutto quanto!

Etichette: , , , ,