[Running] Quando la cacca diventa un bel problema!


Sò che è lunedì mattina e non vorrei darvi un "post di cacca" per cominciare la settimana però al momento ho questo serio problema da problema. Ogni volta che corro alla fine devo andare in bagno di corsa perchè mi scappa in un numero variabile di volte. Questo succede anche con le distanze brevi.

Già durante due gare non competitive di 18Km ho avuto l'istinto di fermarmi. La prima volta volevo suonare ad un campanello di un perfetto sconosciuto e la seconda volta fermarmi dietro un palo della luce coperto da alberi.

Il "punto comune" è che questo stimolo forte (ed intendo davvero forte) lo sento attorno al "Km 14" e se lo penso in una 18km o 21km o 42km la situazione è totalmente diversa. Parlando tempo fà coi colleghi è uscita la seguente frase nel discorso: Non sò se avere più paura della distanza oppure del pericolo bagno! Un collega mi ha chiesto se per il tempo di una maratona non riuscivo a trattenere la pipì. La pipì non è un problema, il problema è il resto.

A voi è mai capitata una situazione simile? Prendete qualcosa per ridurre al minimo il problema?

Era un pò che volevo scrivere questo post ed ho preso spunto da un commento scritto da "Karim" sul blog "Obiettivo maratona" nel post "Già al 5 km mi scappava l'osso":

[...]Ho deviato verso casa di mia madre, ho suonato il campanello che erano le 7 del mattino di domenica, mamma apri senza fare domande[...]
Ed in quel momento mi sono messo a ridere pensando alla scena:
[...]Signora sconosciuta, apra senza fare domande ... il bagno dove si trova?[...]
Io rido per non piangere ... non escludo che prima o poi succeda per davvero :(

Etichette: , ,