[Running] Maratona di Padova: 13Km all'arrivo!

Prima del racconto dell'impresa di oggi (se così si può definire) vorrei presentarvi le mie nuove compagne d'avventura! Vi piaciono? A me tantissimo! Pensate che mi sono state regalate la scorsa settimana e non le avevo ancora provate. Pensavo di tenerle per una situazione particolare e così le ho usate oggi. Bene, ora che anche voi avete fatto amicizia con le mie calzine nuove ed i miei piedini, posso cominciare il racconto di oggi con la speranza che la Nemu non pensi che le voglio rubare l'esclusiva sulla grafica del suo blog :)

Ore 7.30: Sveglia un pò più tardi della solita sveglia da runner mattiniero. Il tempo di cambiarmi, mettere sotto i denti qualche biscotto e del miele sono giù di sotto in strada pronto per provare il muro dai 25Km ai 30Km. Probabilmente qua ho già fatto la mia prima ca@@ata del giorno. Vedendo il sole fuori dalla finestra ho deciso di mettere i pantaloni a 3/4 e non quelli lunghi. Tanto, una volta scaldati con l'aiuto del sole non ho problemi. Se la prossima volta penso qualcosa del genere vi autorizzo a rompermi le gambine ancora prima che il mio pensiero sia finito. Verso le 8.00 ero in strada e mentre il garmin prendeva i satelliti ho comiciato a muovermi via tranquillo lungo la via. Una volta presi, ho premuto la partenza ed ho comiciato a muovermi verso l'ignoto.

Ho fatto parte del giro dell'altra mattina e poi ho preso il Canale Vacchelli. Questa volta l'ho preso verso Crema. Non lo avevo mai fatto correndo ed ero emozionato. Davvero bello perdersi tra la natura. Conosco bene quel sentiero. Ho perso il conto delle volte che con la mia mountain bike l'ho percorso. Mi sentivo protetto ed al sicuro a correre su di lui. Arrivato a metà del sentiero per crema lo lascio e passo sulla pista ciclabile in direzione crema. Mentre correvo in quel tratto ripensavo a quando ho corso i miei primi 21K proprio su quella ciclabile.

Finalmente sono arrivato a crema. Ho girato in tratti poco trafficati per andare subito a riprendere il canale. Tornato in mezzo alla natura la mia vita è cambiata. Che bello respirarla e sentirsi in pace ed in equilibrio con l'ambiente! Ho corso poco su questo tratto di canale. Ho deciso di tornare sulla ciclabile appena possibile. Guardando il garmin ho capito che non mi sarebbe bastata la distanza. Tanto la ciclabile passa da un punto dove posso riprendere il canale poco più avanti. Fisicamente stavo benone. Avevo corso quasi 20Km e non sentivo nulla nelle gambe. Andavano via tranquille e beate. Il fisico non mi chiedeva nulla ed io col mio ritmo andavo avanti benissimo. Ogni corsa però ha la sua lezione da insegnarti. Quella di oggi è cominciata qua!

Entro in un tratto totalmente all'ombra. La mancanza di quel poco di sole si sentiva sulla temperatura. Un vento freddo e deciso si è alzato. Sono bastati davvero pochi minuti per fare entrare questo freddo nell'unica parte utile scoperta: i polpacci! Ho stretto i denti e l'illusione che correndo sarei riuscito a scaldarli non mi ha mai abbandonato! Ormai ero al Km 24 e qui ho dovuto ammettere che i principi di crampi sono tra gli essere più spregevoli che esistono in questo (ed anche altri) universo. Sono partiti in contemporanea. Tutti e due i polpacci. Una gara di "Sport Sincronizzato" non esce così bene sapete? Mi sono dovuto fermare e cercare di scioglierli al meglio. La fine del canale era lì davanti ai miei occhi oppure sembrava più lontano dei 24Km appena corsi.

Tra una finta corsa ed una camminata l'ho raggiunta. Ora cerchiamo di tornare a casa sulla strada più breve e veloce. Anche se, a dirla tutta, il veloce era molto relativo. Non riuscivo a correre più di tanto sia come passo che come distanza e quindi ogni tanto camminavo e poi ripartivo in corsa. Ad un certo punto mi sono rotto di doverla dare vinta al crampo ed ho cominciato a cercare un passo di corsa minimo ma diciamo regolare per non camminare. L'idea era di fermarmi alla rotonda per fare passare le macchine. Per mia fortuna non sono passate macchine in quel momento così sono riuscito a non fermarmi. Il dolore aumentava sempre di più. Ogni volta che un piede batteva a terra sentivo una fitta pungente del crampo partire dal tallone e salire sino a sotto il ginocchio. Non potevo andare avanti così per altri 3Km!

Chiamare a casa mi giravano le scatole: era la mia corsa e con le mie gambe volevo tornare a casa! Così ho pensato di chiedere delle zucchero al bar poco più avanti. Peccato che il bar fosse chiuso! Faccio la curva dopo il bar e vedo un ragazzo nel suo giardino. Con le ultime forze dico "Scusa ... ... avresti perfavore un cucchiaio di zucchero da darmi? Ho di quei crampi assurdi e mi mancano 3Km circa per arrivare a casa" lo vedo correre a casa con un "torno subito" e nel frattempo mi si avvicina il suo vicino di casa con una bottiglietta d'acqua naturale dal colore strano. Lo riconosco subito quel colore. Mi guarda e fà: "Tieni, sono sali minerali! Prendili subito prima che sia troppo tardi!" Ho bevuto quella bottiglietta molto volentieri e mentalmente mi sono sentito già meglio. Una volta finito ho preso anche lo zucchero. Ho ringraziato subito tutti e due e mi hanno detto che sanno benissimo cosa significa un crampo in corsa e quindi lo hanno fatto più che volentieri! Riconosco il ragazzo dei "sali minerali" in quanto era istruttore in una palestra dove andavo anni fà. Lo saluto e ringrazio di nuovo. Col cuore pieno di felicità per la generosità trovata sono partito in direzione casa: ultimi 3Km!

I polpacci ora stavano bene. Il problema erano le due gambe. Con questi fermi si sono bloccate un pò nella partenza. Ho corso piano ma sorridente sono arrivato al paese dopo. Sapevo che da lì a casa mia mancava davvero poco. Mentalmente ero sereno ora. Sapevo di essere arrivato a casa. Non è vero, sapevo di essere quasi arrivato a casa. Non posso dire di essere arrivato a casa anche quando manca solo un metro! Vedo il cartello del mio paese. Vedo la via dove devo girare. La mente diceva alle gambe di andare di più per arrivare prima. Le gambe non l'hanno ascoltata proprio per nulla. Hanno fatto bene. Dopo poco vedo il mio palazzo davanti a me. Sembrava allontanarsi come per farsi prendere. Alla fine l'ho raggiunto e sono arrivato sotto casa. Spengo il garmin e mi dirigo al sicuro dentro casa mia.

Purtroppo non sono riuscito a superare la soglia dei 30Km. Mi sono dovuto fermare pochi metri prima. Le gambe non avrebbero retto altri sforzi putroppo. Ho corso "solo" 29.3Km con un passo medio del 6min/Km (tot. 2h:55m:38s) ma per questa volta non mi lamento. Ho provato l'intervallo dai 25 ai 30 ed ora non è più ignoto. Al lavoro la mia amica LadyChobin mi ha sgridato perchè i restanti 700m per raggiungere i 30K non li ho corsi sui gomiti in qualunque modo mi fosse utile. E' vero, sono solamente 700m e magari avrei anche potuto provare a farli. Il problema secondo me è un altro. Non ha senso forzarli i 700m poi richio che ad ogni corsa lunga il passaggio tra i 29 ed i 30 mi "turbi" e non mi renda sereno in ricordo di questa corsa.

Una volta finita la doccia a casa mia è stato il delirio. Mi sono lanciato su mezza scatola di chiacchere e poi sono uscito a comprarmi due banane. Non avevo voglia di cucinare e così sono andato in pizzeria dove fanno ottime pizze vicino a casa. Per la pizza bisognava aspettare troppo così ho preso un bellissimo primo seguito da un ottimo secondo di carne e contorno di patate! Direi che sono soddisfatto del pranzo! Nel pomeriggio, durante l'orario di lavoro, guardo il collega della scrivania davanti a me e dico "la corsa ha fatto effetto" ed in pochi secondi mi trovo in bagno in fase dimagrante.

Riassumendo? E' stata davvero una bella esperienza. Peccato aver subito il colpo basso del vento nei polpacci altrimenti sarebbe stata davvero una bella corsa! Altro da dire? Non vedo l'ora che arrivi domenica prossima per provare il lungo da 35Km in modo da provare a rilanciare la distanza e poi cominciare gli scarichi in vista del grande evento!

Detto questo ... auguro un buon week end a tutti e buone corse a chi riuscirà a correre! Sappiate che verso gli amici con destinazione Roma nutro tantissima invidia e ciò non è bello!

Etichette: , , , , , , , , , , ,