[Running] Mente libera ed emozioni nel cuore

Premessa: Questo post vuole essere una sorta di lettera dedicata a tutti coloro che mi hanno aiutato a crescere nella vita, nello sport e che hanno avuto fiducia in me per oggi.

Post: Questa mattina, come avevo già detto ieri, sono andato a correre una gara podistica dalle mie parti. I percorsi erano tre: 7Km o 14Km o 18Km.Ieri, su "consiglio" di marco, sono stato invitato a fare i 14Km perchè secondo lui potevo farcela usando la testa. Avevo davvero molta paura. Avevo corso una sola volta i 15Km per provare la distanza in vista della StraMilano 2008 e non sapevo come poteva reagire il mio fisico visto il fermo subito dall'incidente.

Non nego che ieri sera il mio stato d'animo non era tranquillo. Sentivo una forte confusione dentro di me. Ho fatto una telefonata. Sono riuscito a sfogarmi e calmarmi. Una volta chiusa la chiamata sono riuscito a distrarmi un attimo facendo due cose in casa e poi sono andato a dormire. Avevo sonno e mi sono subito addormentato. Ho dormito come un bambino nel mondo dei sogni più allegri. Non avevo pensieri per la testa. Alla sveglia di questa mattina tutto era calmo prima di tutto il mio stato d'animo. Una colazione tranquilla e leggera prima di cambiarmi e di partire.

Arrivato alla gara ho preso il mio foglietto e sono partito assieme ad altri runners. Era davvero bello correre assieme a moltissima altra gente in mezzo alla natura nel silenzio. Ogni tanto si sentiva qualche mucca che faceva muuu dalla cascina vicina, qualche cane che faceva bau. La prima parte della gara posso dire di conoscerla. Mi sono allenato lì diverse volte.

Davanti ai miei occhi il primo cartello di scelta. Da una parte i 7Km e dall'altra i 14/18Km. Da buon allievo ho seguito l'indicazione 14/18Km ed ho mantenuto il mio passo. Dopo un pò il primo ristoro col controllo. Non ho esitato a fermarmi. Un bellissimo thè caldo con una zolletta di zucchero è stato davvero utile. Una volta ripartito ho ripreso subito il mio passo senza il minimo problema. Della serie "corri corri che ti passa" arriva il cartello di scelta: 14Km o 18Km. Qua la mia scelta, una scelta non facile.

Tutto bene sino al 11Km circa. Non sò se perchè poco prima mi ero fermato al secondo ristoro (thè caldo con crostata) o perchè cominciavo a sentire la corsa dentro di me ho sentito una piccola crisi. L'ho cacciata via subito e sono andato avanti tranquillo. Probabilmente era il mio "muro" di oggi. L'ho superato e da lì tutto è andato via liscio.

Altro ristoro poco dopo. Qua le cose si facevano molto più serie. Si vedevano anche i panini al salame o altro. Da buon podista ho preso un altro thè caldo con un pò di arancia. Quella mi è stata davvero utile.

Da qua in poi sapevo che dovevo contare sulle mie forze. Avevo paura a dare perchè temevo di rimanere scarico e senza non si và più avanti. Ero quasi alla fine. Rettilineo asfaltato di circa 3Km. Troppo per reggerlo da solo. La mente lo avrebbe sopportato senza il minimo problema. Avevo paura per il fisico. Avevo la paura che sapendo della fine della gara dalla parte opposta della strada la tentazione di spingere vincesse sulla mente. Ho trovato una coppia. Mi metto dietro l'ultimo. Il primo cambia e da dietro informo che finisco di recuperare un attimo e poi cambio senza problema. E' il mio momento. Passo davanti e poco dopo mi accorgo che i due calano il ritmo. Vedo un gruppo poco avanti a me. Provo a capire quanto mi sia fattibile prenderlo. Rinuncio, non eravamo ancora in vista del paese ed avrei dovuto spingere. Da dietro sento un forte rumore di passi. Un gruppo mi supera. In quel gruppo una ragazza. L'ho già vista, è quella ragazza della corsa al mio paese. Avevamo avuto una serie di sorpassi in quella gara per poi superarla definitivamente prima dell'arrivo. Ho provato, ma con la distanza nelle gambe non sono riuscito a tenere il suo ritmo.

Ecco il paese! Ultimo giro nelle vie urbane e sono ARRIVATO! Avevo una vera e propria emozione nel cuore che nemmeno vi potete immaginare: 18KM in 1h 30m giusti! GRANDE! Non me lo aspettavo, meglio di ogni previsione. Pensare che potevo tirare di più perchè alla fine non mi sentivo stanco o messo male come forza.

Il ristoro finale è stato ottimo. Oltre ad un thè caldo ho mangiato due o tre panini col salame (davvero buoni) e poi mi sono diretto verso la macchina. In quel breve tratto di strada ho rivisto alla sua macchina quella ragazza di prima. La guardo bene e mi avvicino. Le ho chiesto se era chi pensavo che fosse e me lo ha confermato. Andavamo nella stessa scuola alle superiori. Abbiamo parlato di corse e tempi. Quando ho saputo i suoi record personali nella mezza e nella maratona sono sprofondato. Mi ha fatto piacere rivedere dopo tanti anni una persona anche perchè proprio non me lo aspettavo. Arrivato alla macchina subito una telefonata per informare della gara ed una volta a casa ho mandato qualche sms ad amici per far sapere della mia performance.

Conclusione: Che dire? SONO DAVVERO FELICE DI OGGI! Sapete che ho pensato a fine gara?
Domani a New York persone normalissime con una passione speciale (la corsa) diventeranno parte della storia correndo la maratona più bella al mondo. Domani loro potranno scrivere un bellissimo capitolo nel libro della loro vita. Io oggi ho scritto "solo" una paginetta nel mio ma credo che questa pagina possa avere un valore enorme! Ha dimostrato che ho il coraggio di affrontare una nuova sfida e di rimettermi in gioco ogni volta che mi capita l'occasione.

Oggi ho imparato poche cose ma penso che la lezione di vita odierna sia fondamentale:

Prossimo obbiettivo? Non sò se è perchè sono emozionato da oggi o perchè me la sento davvero dentro .. ma la mezza maratona di crema tra due settimane potrei tentarla. Ora devo decidermi alla svelta prima che le iscrizioni chiudono e non è bello. Ho appena scoperto che oggi sono in piazza a crema. Siccome devo fare una commissione potrei andare a crema e vedere un pò il tutto di persona.

Etichette: , , , , , , , , , , ,