[Nuoto] Allenamento o massacro?

Caro diario,
ieri sera dopo il lavoro sono andato a fare nuoto libero. Volevo farmi le mie classiche 50 vasche e poi tornare a casa. Arrivato in piscina ho guardato le corsie libere ed ho scelta quella con meno gente. Faccio le prime vasche ed entra a nuotare altra gente. Vedo che vanno quasi al doppio della mia velocità. Il mio neurone mi ha suggerito una bellissima idea del cazzo: perchè non ti butti in scia ad uno di loro e così provi a metterci meno stile treno? Non male mi sono risposto e così ho fatto. Ho resistito circa una trentina di vasche e poi sono crollato. Peccato che mancavano circa una decina di vasche alle 50, quello a cui mi sono aggangiato mi fà: tocca a te ora! ed anche il suo sguardo lo faceva capire. Mi sono lanciato e devo dire che non è stato facile. Lo sentivo dietro di me e sempre vicino. L'idea non mi piaceva e cercavo di prendermi il vuoto. Quando ho toccato la parete della cinquantesima vasca è stata una vera liberazione. Sono uscito devastato da quella piscina e la dimostrazione è stata a tavola ... cavolo che bello ... ancora ... voglio rifarlo ... mi sono divertito troppo! Zi Zi ... grazie neurone per le tue simpatiche idee del cazzo, la prossima volta ti porto ancora a nuotare con me ... te lo sei meritato :D

Etichette: , , , , ,