[Nuoto] Nemmeno qua un biker molla ...

Per la cronaca, altro Sabato pomeriggio di sport! Sono andato in piscina a farmi le mie "classiche" 50 vasche a stile. Qualcosa però è andato storto. La situazione si è complicata. La cosa, non mi è piaciuta ma la curiosità di vedere l'evoluzione degli eventi è molto interessante ...

Premessa: oggi volevo provare una "novità" nel mio allenamento. Di solito faccio 10 vasche di fila e poi mi fermo a fare 10 respirazioni. Oggi per alzare il mio limite volevo fare 12 vasche di fila e sempre le 10 respirazioni. In pratica il piano di battaglia era il seguente ...

Ovviamente, il gran finale, doveva lasciarmi dentro qualcosa ... lì lo stimolo di farcela era altissimo!

Entro, comincio a scaldarmi con le prime 12 e riparto. Dopo aver chiuso la seconda serie da 12 qualcosa non torna così allungo le respirazioni come numero per recuperare più fiato. Appena cominciata la terza, sentivo che la situazione era diversa. Qualcosa non tornava, non tanto nella nuotata ma in me. Mi sentivo strano. La serie di respirazioni è stata fatta con assoluta calma e bene anche questa volta alzando il numero.

Parto con la quarta serie ed assieme a me partono i guai. Che succede? Comincio a sentirmi male. Mi sentivo mancare il fiato. Questa mancanza, sin dall'inizio, è stata compensata con quella strana sensazione di urto di vomito ed in acqua l'idea non è proprio bella. Il conteggio delle vasche è arrivato a 40. Mi attacco al muretto e mi alzo quanto basta per tirare fuori il torace dalla vasca. Respiro un attimo, cerco di "orientarmi" e tornare lucido.

Ero davanti ad un bivio:

Il mio pensiero principale era il mio nonnino che anche oggi era venito a vedermi. Se stavo male si sarebbe preoccupato ed agitato. Però, un biker la parola "basta" non la conosce.
Un biker lotta sino alla fine, sino a quando ha del fiato nei polmoni, sino a quando ha del sangue il circolo ... MAI MOLLARE!

Senza esitare un secondo, ho detto tra me:
Io sono un biker, almeno altre 10 ad ogni costo!

Ho lasciato andare il bordo catturando fiato e pronto per le ultime dieci a tutta. Il conteggio questa volta era più lungo delle precedenti. Sapevo che la situazione era critica. Quando ho toccato il muretto ed ho detto "Cinquanta" mi son sentito sollevare. Stavo malissimo, volevo uscire a tutti i costi.

Appena messo piede sulla terra ferma non capivo più nulla. Ero totalmente distrutto. Sono andato a farmi una bella doccia e poi tutto contento sono andato dal mio nonnino a prenderlo per tornare a casa.

Ieri sera, quando raccontavo il fatto alla mia amica Ste, mi son sentito pure il "predicone" in quanto mi ha detto:
xkè cazzo se nn t senti bene cosa continui?

e dopo averle spiegato che un biker non molla mai (" sono un ciclista ... e non esiste io mollo"), si è ulteriormente alterata ...
sei umano ed esiste forse è meglio se m fermo ... nn siamo makkine ... anke se ha volte c è rikiesto esserlo ... e allora aspetta ke t molli la salute ...

Io proprio certi ragionamenti non li capisco, in fondo è come una filosofia di vita ... o mi sbaglio? :P

Ovviamente, dopo questa bella avventura, oggi (=domenica) non andrò a nuotare ... che è meglio :P

Etichette: , , , , ,