[Nuoto] Altra nuova impresa da doppio record personale!

Ore 15.30 di domenica 27 - finisco di lavorare ad un progetto. Guardo il tempo e l'idea di portare a spasso la mia dolce Sally era forte. Avrei dovuto tirarmi il collo però causa buio presto di sera. Sentivo che dovevo andare in piscina. Il mio fisico mi chiedeva di entrare in acqua e così l'ho accontantato ascoltandolo!



Ovviamente, prima di andare, ho chiamato il nonnino e l'ho portato a farmi da spettatore e da "porta-fortuna" come è successo già in passato. Non sapevo il perchè, ma sentivo che oggi sarebbe stato particolare. Sensazione a pelle, è forte ed anche tanto ma è incomprensibile. Nello spogliatoio la voglia di entrare in acqua è crollata. Proprio a livello del sottosuolo, ma ormai ero dentro ed avevo già pagato.

Alla vista della piscina, ho sentito crescere dentro di me qualcosa tipo un richiamo. Rapido sguardo alle corsie in cerca della più libera. Trovata, ed è anche la mia preferita. Al suo interno vi era solo una ragazza. Quando sono entrato mi ha guardato malissimo. Forse voleva tenersi la corsia tutta per lei? Mi spiace, ma era la più libera ed io entro lì.

Mi posiziono con una mano al bordo e l'altra sul pelo dell'acqua. I piedi appoggiavano entrambe sulla croce blu del muretto nella posizione centrale. Le gambe erano raccolte il più possibile per esplodere appena fosse il momento. Il cuore era basso come ritmo ed era già una bella partenza. Il tempo di fare dei bei respiri profondi, tre per la cronaca, e la mano lascia il bordo. Si cade in acqua, quando la testa è immersa tutta e giunta l'ora di fare esplodere le gambe. Mi son piaciuto davvero tanto in quella partenza. E' stata molto bella e la dimostrazione è stata quanto in avanti mi sono trovato.

Senza il minimo istante di indecisione, ho cominciato le mie bracciate a stile ed ogni tre o cinque si respirava. L'idea di oggi era provare a fare le 50 vasche ad un ritmo più serrato. Durante la prima vasca mi chiedevo se sarei riuscito nell'impresa. Nella seconda mi sono chiesto che ritmo tenere. Faccio un "break di recupero" ogni 10 o 12 vasche? La risposta non è giunta alla fine della decima vasca e nemmeno alla fine della dodicesima. Son ripartito senza sosta e con una cattiveria in corpo, probabilmente dettata dallo stress dei giorni precedenti, che cresceva senza limiti. La ragazza si era già allontanata cambiando corsia ma sinceramente non mi sono posto proprio il problema.

Era giunto il momento di fare una pausa, ero alla vasca numero 26 appena conclusa. Non male per uno che il suo massimo erano 12 vasche di fila provato per di più una sola volta. Dieci respiri profondi ed intensi in modo da dare al corpo una possibilità di recupero anche se minima.

Altre 24 vasche per chiudere l'allenamento già riuscito in parte. Non ho alzato la testa per vedere che ore fossero, continuavo ad allenarmi in oscurità per il fattore tempo. Le braccia, stranamente, non avevano ancora dato i primi sintomi di stanchezza. Le gambe, forse grazie all'allenamento di ieri con Sally, erano belle sciolte e mi consentivano una bella gambata in acqua.

L'impresa si stà per chiudere, mancano solo 10 vasche alla fine. Entra nella mia corsia un altro ragazzo. Rallento il ritmo un attimo e lo faccio partire. Da buon ciclista, mi attacco subito "a ruota" e gli succhio la scia. Lui lo capisce ed in fondo alla vasca mi lascia partire prima e si mette lui dietro. Se devo tirarlo per altre 9 vasche ho da divertirmi. Dopo due vasche si stacca. Non sò bene che ritmo avesse lui o la nostra differenza, ma sò solo che appena lasciato il bordo pronto per far l'ultima vasca era dietro. Ho calato e l'ho costretto a passare. Ormai è fatta, sono in scia. Non deve averlo gradito, ha tentato di seminarmi. Non avevo nulla da perdere, tanto finiti quei 25 metri io uscivo e così gli sono arrivato ancora più sotto. La tentazione di passarlo sulle ultime bracciate era davvero forte. Volevo toccare il muro prima di lui, ma ho pensato al ciclismo. Quante volte tiri la gente e poi ti scappa via. Non valeva la pena passare per stronzi. Tocca lui e tocco subito io dietro.

Finito! Sguardo all'orologio. La mente ha fatto rapidamente il calcolo. Non ci potevo credere! Riguardo l'ora e ricalcolo rapido!
DOPPIO RECORD!

50 VASCHE IN 28 MINUTI ... SOLO UNA PAUSA A METÀ!

MA VIENIIIIII!

Appena fermato ero a pezzi. Qualche respiro di recupero e poi in doccia. Ho sentito il calo di forze e zuccheri. Un bel cappuccio zuccherato e con cacao in compagnia del mio nonnino! Nel frattempo, ho mandato un sms ad una mia carissima Amica raccontandole per prima l'impresa e dedicandola a lei.

In sintesi ... sono troppo felice di quello che è successo! Chissà se la prossima volta riesco a rinviare la pausa o proprio a non farla!

Nota: La scrittura del post è fatta al tempo di ieri perchè secondo me rende molto di più nel suo effetto finale!

Etichette: , , , ,