[Ubuntu] Crearsi il "proprio" sistema operativo da zero

Come avevo già anticipato l'altro giorno, Sabato pomeriggio avevo in mente di rifarmi il pc piallando fedora. Venerdì sera, parlando con una persona, mi è venuta una botta di debian nostalgia. Così sabato ero intenzionato a farmi una debian netinstall, ma qualcosa è cambiato ...

... girando per la rete ho scoperto che esiste la iso "Minimal CD Image"e non ho esitato a scaricare i suoi ben 9Mb per poi masterizzarli. A questo punto, dubbioso del fatto, ho provato ad installarla. Non sarà una classica guida pratica o un HowTo step by step ma sarà un racconto di quanto mi è capitato e la mia esperienza.

L'installazione mi ha intrippato già dall'inizio perchè ho letto
... type cli to install just the base system ...

e non ho saputo resistere. Era un sacco di tempo che non facevo più una cosa del genere, perchè negarsi un privilegio simile? Sentivo già l'emozione salire in me ed i battiti in fermento ... ihihihih :)

Una volta partito l'installer, i ricordi sono tornati alla mente. Quante notti a schermate blu di debian. L'installer è in formato testuale proprio come quello di debian. Una volta scelte le cose base si arriva al partizionamento del disco. Cosa scopro? SPETTACOLO! Il supporto LVM è già integrato! Facciamo il disco con LVM allora e via andare. Il divertimento è solo all'inizio!
Filesystem 1K-blocks Used Available Use% Mounted on
/dev/mapper/LVMLinux-LVMRoot
15728156 509864 15218292 4% /
varrun 257240 36 257204 1% /var/run
varlock 257240 0 257240 0% /var/lock
udev 257240 80 257160 1% /dev
devshm 257240 0 257240 0% /dev/shm
lrm 257240 34696 222544 14% /lib/modules/2.6.22-14-generic/volatile
/dev/hda2 147777 24271 115876 18% /boot
/dev/mapper/LVMLinux-LVMHome
49936620 184288 47215680 1% /home

Una volta finito il disco, parte l'installazione del sistema base. Una volta fatto, lasciamolo divertire a scaricare tutto e nel frattempo andiamo avanti a leggerci il libro.

Una volta finita è il momento di installare il boot loader. Ovviamente sono per grub. Anche lui la pensa così ma nulla, non riesce ad installarlo. Ignoriamo il tutto e mettiamo LiLo anche se non mi piace.

Il tempo di un reboot e sono già dentro il sistema operativo. Ovviamente in versione shell. Ora, con un pò di pazienza, installiamo l'ambiente grafico ed il server xorg. Nel frattempo, vista la mole di pacchetti, ho deciso di farmi un pisolino puntando la sveglia. A questo punto si parte con la configuarazione di X11 e ci si diverte. Bene, proviamolo e parte tutto.

Per informazioni di cronaca, ho installato KDE e non Gnome. Il perchè? Stò vedendo diversi screenshot della prossima release e mi piace parecchio. In questo modo provo la versione corrente e posso confrontarla con quella nuova quando sarà. In precedenza mi è stato detto che "testare" KDE su Fedora non aveva molto senso e così ho approfittato del fatto.

A questo punto devo passare da LiLo a GRUB perchè mi piace molto di più. Nemmeno da dentro riesco ad installarlo. Ideona, ora lo frego io. Ho inserito il cd con la mini iso, parto in rescue mode e setto la root.Una volta presa, entro e da qua lo installo. Troppo felice. Riavvio del pc per abbandonare il rescue mode della mini iso e via. Cosa vedo? Il GRUB è perfettamente installato! Ottimo, passiamo alla fase successiva.

Il mio portatile, con l'augurio di morire presto quando ho i soldi per cambiarlo, monta una bellissima ATI X700. A questo punto, sapendo che i driver con restrizioni sono presenti nei repository, decido di installare il pacchetto restricted-manage-kde per farmeli mostrare. Abilito i driver, li scarica e li aggiorna. Richiede un reboot e lo accontento. Parte tutto ma X Server non dà segnali di vita. Che si fà?

Dopo diversi tentativi di vario genere, ho cercato in rete una configurazione per il mio portatile e l'ho trovata sul sito di Ubuntu. Copiata ed incollata sopra. Ora X parte e sembra anche bello svelto. Il problema è che non ho il supporto 3D ma non mi interessa poi molto e quindi per il momento và bene così.

Ora sono in fase abbellimento KDE ed installazione tramite Synaptic dei pacchetti per lavorare ed usare tranquillamente il pc.

Ora, vi mostro lo stato del mio df dopo aver installato un pò di cosine:
Filesystem 1K-blocks Used Available Use% Mounted on
/dev/mapper/LVMLinux-LVMRoot
15728156 1432024 14296132 10% /
varrun 257240 48 257192 1% /var/run
varlock 257240 0 257240 0% /var/lock
udev 257240 80 257160 1% /dev
devshm 257240 0 257240 0% /dev/shm
lrm 257240 34696 222544 14% /lib/modules/2.6.22-14-generic/volatile
/dev/hda2 147777 24271 115876 18% /boot
/dev/mapper/LVMLinux-LVMHome
49936620 184304 47215664 1% /home

L'emozione più bella è che da una iso da 9Mb definibile "sputo di mosca" come ingombro, ho tirato sù con relativa semplicità e molto divertimento una KUbuntu in piena regola. Chi mi conosce sà bene il mio odio per Ubuntu specialmente dopo il saggio HowTo su come e perchè rimuoverla. Questa volta invece ha superato le 24h e non mi ha ancora dato problemi. Sembra migliorare la situazione. E' fluida, non inchiodata e sembra reagire bene. Ora vediamo quanto mi dura. Spero tanto soprattutto perchè non ho voglia di dovere ogni sei mesi re-installare Fedora e riconfigurare il tutto. Il perchè non ho installato debian che preferisco? La voglia di sbattimento è nulla. Non volevo impazzire con l'hardware, tutto qua. Se però mi viene lo schizzo potrei anche farlo un giorno.

Ora, vado avanti di apt-get per le ultime cose che mi servono ... I'm happy :)

Se a qualcuno è piaciuto quanto ho scritto, sarei felice di un commento oppure un link dal vostro blog a questa discussione.

Link Utili:
Minimal CD Image
Ubuntu
KUbuntu
KDE
Gnome
LiLo
Grub

Etichette: , , , , , , , , , , , , , ,