[Nuoto] Gestione “ritmo” bracciate a stile

Dopo aver capito che la caffeina mi creava problemi di respirazione in piscina, ho un altro problema. Quale? La bracciata a stile è il "problema" che non si presenta subito, ma nel corso dell'allenamento specialmente sul finale.



Facciamo degli esempi pratici e recenti:

Ho notato che il problema, specialmente ieri che ero solo e nessuno mi tirava come nel corso, è sorto attorno alla vasca numero 40.

Le braccia hanno cominciato a diventare un peso sempre più ingestibile. Le tiravo fuori per poi buttarle dentro giusto perchè il muovimento da fare è simile a quello che cercavo di imitare. Un male, troppo forte!

Ad un certo punto, mi ferma il mio istruttore e mi fà:
Andrea, te quando hai nuoto la prossima volta?

Ed io:
Martedì sera con te ...

E lui:
Ecco, vedi di fare ancora una psuedo bracciata come queste e ti insegno a nuotare senza le braccia ...

Il problema è che non mi sembrava molto in tono scherzoso :(

Ho fatto le ultime vasche per arrivare a 50 e sono uscito.

Vado da lui e gli ho spiegato che dopo diverse vasche (circa 40) le braccia diventano un peso e non riesco più a gestirle correttamente.

Ci pensa un attimo e mi dice:
Ci penso ... e ci vediamo martedì sera ... il tuo problema è che non riesci a sfruttare tutta la bracciata sotto e quindi devi aumentare la frequenza per andare veloce o solo per arrivare dall'altra parte.

Ora, non sò se prenderla come una cosa bella e positiva ... oppure preoccuparmi del fatto che martedì sera uscirò distrutto da quella piscina :(

La parte dove spiega il mio problema, ho provato a farmela spiegare dal mio fratellino (istruttore) e mi ha dato qualche consiglio. Il dilemma è:
Sarò in grado di metterli in pratica?

Non ho la minima idea ... solo Martedì lo si verrà a scoprire :)

Etichette: , , , ,