[Nuoto] Resistenza mentale e stanchezza fisica: NUOVO RECORD!

Ieri mattina ... la mia idea era di alzarmi presto e di andare in bici da corsa.

Ieri mattina ... una volta alzato, mi sono reso conto che la mia gola era un campo di battaglia.

Ieri mattina ... ho ritenuto più saggio andare in piscina e dar un bel due di picche a Sally.



waterboy Nonostante la mattinata non ciclistica la sveglia è rimasta di mattina presto. Che cavolo sapevo io ieri sera che mi sarebbe venuto il mal di gola oggi?

Preso dal dispiacere, visto anche il sole che illuminava il paesaggio campagnolo, ho deciso di fare il borsone per la piscina e di fare una colazione meno calorica rispetto a quella dell'uscita in bici da corsa.

Fatta la colazione si và a fare il borsone. Fare un borsone di prima mattina non è una cosa così semplice. Non trovavo diverse cose che sarebbero state utili. Quali? Uhmmm ... il costume e la cuffia per i capelli possono bastare? Trovato tutto e borsone completato. Si và in piscina.

Appena vista l'acqua della piscina la voglia non è aumentata molto. Il motivo? Ho guardato fuori ed ho visto che il sole era davvero bello.

Appena entrato in acqua la situazione è cambiata. Sabato ero scazzato a mille ed ero anche incazzato per una serie di motivi.

Torniamo un secondo alla situazione di Sabato Chi ha avuto la fortuna di smessaggiare con me tutto Sabato sera lo avrà capito ed anche in abbondanza. Un suggerimento valido su come porre rimedio alla situazione è arrivato in tarda serata dalla Manu. Che cosa? Semplice ... si và di musica dei Queen e del grande Freddie Mercury! Diciamo che mi son sparato più di due ore di sano godimento per i miei timpani e ieri sera sono andato a dormire super rilassato.

Torniamo ad ieri mattina. Entro in acqua. Guardo il muro opposto della piscina e dico tra me "Ora" ed in quel momento mi dò una bella spinta. Purtroppo la corsia non era libera come la volta precedente e quindi mi son dovuto arrangiare stando attento a non rallentare gli altri o farmi rallentare dagli altri.

Dopo una serie di vasche, il mio neurone ha suggerito una bella cosa
"Prova a rifare il tuo record della volta scorsa di 50 vasche"

In effetti non ha torto altrimenti vado a peggiorare e non a migliorare se calo il ritmo. La tecnica di contare "Andata & Ritorno" come uno è stata applicata anche questa volta ed il risultato è stato sensato.

Arrivo a conteggiare 20 e mi sentivo abbastanza bene. Facendo ciclismo le braccia sono molto meno allenate rispetto alle gambe e così il dolore cominciava a farsi sentire. Nel ciclismo ho imparato una cosa. La mente è più forte del dolore: DEVE controllare e gestire tutto. Le parole "Io mollo" non esistono! Istigazione a continuare, il gusto della sfida. Son arrivato a 24, manca davvero poco! Stavo facendo l'ultimo ritorno ed ho pensato una cosa:
Proviamo ad arrivare a 30? Ovvero 60 vasche ... dai ... ci stò

Quando sono ripartito dopo il tocco 25 mi sentivo davvero emozionato. Le braccia erano ancora più indolenzite, ma per la stessa teoria di prima sono andato avanti. Al tocco 28 il mio neurone ha parlato:
Perchè 30? Il 35 non è poi male come numero! Dai, puoi farcela ... non mollare. Pensa che stai andando su in bici da corsa a qualche passo. Cosa fai? Molli in salita? Sia mai ... vero?

Le braccia facevano moltissimo male. Facevo quasi fatica a gestirle e muoverle correttamente. Nelle ultime 6 vasche (3 tocchi per il conteggio) la gestione era praticamente nulla. Fortuna riuscivo a gestire bene la respirazione oggi e quindi non mi sono stancato.

Il problema era che la gente entrata da poco in acqua andava molto più veloce di me. Ad un certo punto "cuffia gialla" che era il più veloce della corsia mi ha raggiunto e mi sono accostato per farlo passare. Si è fermato e mi ha chiesto come mai. Gli risposi che ero cotto e che volevo fare queste ultime per arrivare alle 70. Mi guarda e mi ha detto una cosa che non mi sarei mai aspettato:
Ragazzo, se sei stanco rallenta le bracciate. Non è andando più veloce che finisci prima quando sei al limite. Per quanto riguarda chi và più forte non preoccuparti, tieni il tuo ritmo se vuoi mantenere fede al tuo obbiettivo!

Con un sorriso l'ho ringraziato e sono andato a fare il "tocco 34" pronto per l'ultimo "Su & Giù". In questo viaggio pensavo a quello che mi aveva appena detto. Di solito quando rallenti una persona ti senti insultare dietro. Ed invece? Mi ha dato anche dei consigli! Cose da non crederci ... rare ma fanno davvero piacere!

... dal mio volto esce un sorriso enorme e dalla mia voce si sente un
TOCCO 35 ... SETTANTA!!!!

Alla fine ci sono riuscito! Prima di uscire ho seguito il consiglio datomi da Omar. Prima di uscire dalla piscina, appoggiati al bordo e resta lì un pò in piedi. In effetti mi ha ristabilizzato un pò!

Uscito dall'acqua stavo davvero bene. Ero felice ma tanto. Il perchè?

La cosa più emozionante? Ma semplice ... il tempo!
70 vasche ...
25 metri l'una ...
70 * 25m = 1750m
Tempo 1h 05m con all'interno qualche pausa per fare delle respirazioni.
Velocità media: 0,44 m/s che è pari a 1,61 Km/h (dati arrotondati al secondo decimale)
Tempo medio a vasca: 55,71s

Le teorie assurde a cui pensavo mentre ero in acqua per "accorciare" l'allenamento ve le risparmio. Alla fine però sono uscito totalmente rilassato. Mi sentivo una persona totalmente diversa rispetto a quando sono entrato in acqua!

Chissà stasera al corso di nuoto come me la caverò? Ho ancora le braccia che non sono nella forma migliore :(

Etichette: , , ,