[Ricordi] Vita da soccorritore …

Qualche giorno fà stavo parlando con una mia amica del più e del meno. Ad un certo punto una sua parolina mi ha stimolato il neurone e mi ha portato in mente un bellissimo ricordo ...



... era un venerdì notte. Una delle tanti notti che ho fatto. Mi ricordo che non volevo nemmeno farlo quel turno. Non sò il perchè, mi ricordo solo che mi hanno dovuto telefonare per chiedermelo più volte.

Nel cuore della notte la chiamata.

Non era come le altre.

Quando ho risposto mi si è gelato il sangue.

Si trattava di un bimbo piccolissimo ed il motivo della chiamata nemmeno era dei migliori.

Il posto non era vicinissimo come si vorrebbe.

Non era nemmeno lontanissimo, ma la nebbia lo rendeva molto distante.

Arrivati lì il prima possibile, la situazione si era già risolta in buona parte da sola.

Il medico stava facendo i controlli del caso.

Il piccolo non stava tranquillo.

Così ho aperto la borsa pediatrica ed ho estratto un peluches e lo diedi al piccolo.

Erano anni che dicevo:
Quel peluches lo adoro, mi piace una cifra! Giuro che prima o poi me lo porto a casa io.

Ed invece? Lo stavo dando ad un bambino che aveva bisogno di sentirsi al sicuro.

L'ha tenuto stretto tra le sue manine tutto il tempo del viaggio ricordo.

Arrivati in pronto soccorso la sua mamma gli ha detto di rendermi il peluches.

Gli occhioni del bimbo in quel momento non me li scorderò mai.

Stavano per diventare tristi e lucidi.

Guardo il bimbo ed accarezzandogli la testa gli sorrido dicendo:
Tienilo pure, te lo regalo! E' tuo. Però trattamelo bene e conservalo. Mi piace tanto anche a me.

L'espressione di quel bimbo è cambiata.

Non scorderò mai quel momento.
Grazie "bimbetto" per quello sguardo e per quel sorriso ...

Li conserverò sempre con me nel mio cuore!

Dato il peluches in questione, temevo venissero a dirmi qualcosa non vedendolo. Non mi hanno mai detto nulla. Che bellissimo momento che è stato.

Etichette: , , , , ,