La pagina della buona notte

E' un periodo che ho scoperto un piacere strano. A dire il vero lo conoscevo già, lo avevo solo interrotto nella sua irregolarità ...



Prima, durante i turni di notte, mi capitava di portare ogni tanto qualcosa da leggere o da sfogliare. Poteva andare o dalla rivista di programmazione, alla rivista di Linux oppure ad un libro. Però la voglia di leggere era sempre poca.

Il Collezionista (The Collector) - John FowlesIl Collezionista (The Collector) di John Fowles è il libro che stò leggendo. Ad esser sincero, l'ho comprato a giugno. Inizialmente ero un pò (e tanto) deluso perchè non l'ho trovato con la copertirna originale ma quella nuova che fà davvero schifo. Avevo letto le prime 50 pagine e poi lo avevo lasciato lì. La scorsa settimana ho detto: "Ora lo ricomincio e lo voglio finire"

Il problema maggiore non è stato quello di ricominciarlo, ma di ricordarmi dove lo avessi messo. Una volta trovato, è stato un piacere ricominciarlo dall'inizio anche perchè non me lo ricordavo molto. Il lato negativo è che l'amica Manuela, che ringrazio moltissimo, mi ha quasi svelato il finale mentre parlavamo una sera.

Ho messo il libro sulla mensola sopra il mio letto. Ogni sera, prima di chiudere gli occhi, dico tra me e me: "Dai, leggiamo una paginetta per rilassarci" Il problema è che la "paginetta" diventa un paio di pagine o oltre, anche una decina a volte. E' vero, potrei dedicare quei minuti al sonno ma però è l'unico momento che riesco a "staccare" e sparire in un altro mondo.

Son sincero, non credevo mi rilassasse così tanto leggere la sera prima di andare a dormire. Mi ricordo quando lo facevo da piccolino leggendo i libri di "Don Camillo e Peppone" e lì si che morivo dal ridere. Ora non vedo l'ora di finirlo. Ho un altro libro da finire e altri due che mi ispirano. Salvo l'altro fa finire, gli altri non sono per nulla leggeri. Sono due diari della seconda guerra mondiale. Speriamo bene di reggerli.

Etichette: , , , , ,